«Rendere attraente la zona industriale di Saint Leonard»

Pannuzzo
Pannuzzo Antonio
Inviare ad un amico

Inviare questo articolo ad un amico.

Lo afferma la CREC

Un momento della conferenza stampa.

 

A Saint Léonard la Corporation de relance économique et communautaire (CREC) ha presentato ufficialmente il nuovo repertorio delle imprese della zona industriale ed uno studio sul settore manifatturiero del suo territorio. Circa 90 persone hanno assistito all’evento che si è svolto nei locali dell’impresa Sièges Ducharme, in presenza della deputata provinciale Filomena Rotiroti e di Gilles Rainville e Lili-Anne Tremblay, rispettivamente direttore e consigliere municipale dell’arrondissement.  

«La Corporation ha deciso di dare priorità alla zona industriale perché essa rappresenta il 25% del territorio di Saint Léonard.  In totale, oltre 550 imprese vi operano, che si tratti di fabbriche, magazzini di distribuzione e commercianti all’ingrosso, dando lavoro al 25% della popolazione attiva del territorio» ha percisato Véronique Fenocchi, direttrice generale della CREC/St-Léonard, organismo che nello scorso settembre ha preso l’impegno di intervenire per la rivitalizzazione della zona.   

Siccome era stato ben accolto il Répertoire des entreprises de la zone industrielle pubblicato nel 2006, la Corporation ha deciso di aggiornarlo e, questa volta, di metterlo ‘on line’. Difatti si trova adesso disponibile all’indirizzo www.crec-stleonard.qc.ca/repertoire.

Contemporaneamente, la CREC/St-Léonard ha incaricato l’agenzia Forman & Associés Inc. di realizzare uno studio sulla zona industriale e sulle sue principali preoccupazione (identificare i settori portanti e l’esodo delle imprese per mancanza di attrattività della zona stessa). Lo studio ha fatto emergere che è necessario trovare i mezzi e gli strumenti giusti per attirare nuove imprese e mantenere le vecchie in loco. C’è poi la possibilità di far emergere decisamente certi settori finora deboli. Laurie Forman, consulente della Forman & Associée Inc., ha infatti spiegato: «Benché il settore dell’alimentazione sia poco rappresentativo, lo studio dimostra che il suo dinamismo è significativo. Ha veramente grosse potenzialità sia per volume d’affari che per possibilità di creare impieghi». 

 

Organizzazioni: La Corporation, Forman Associés, Della Forman Associée

Luogo Geografico: Saint Léonard

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per aver votato

Inizio pagina

Commenti

Commenti