A proposito di Rai Internazionale

Inviare ad un amico

Inviare questo articolo ad un amico.

A proposito di Rai Internazionale

Inform/ROMA - Il Partito democratico ha dedicato, la settimana scorsa, una conferenza stampa alla questione Rai Internazionale e al rischio che una drastica diminuzione delle risorse pubbliche destinate al servizio comporti una penalizzazione (ma non una chiusura) del canale chiamato a garantire e promuovere la proiezione dell’Italia nel mondo. Un rischio reale e immediato, dal momento che si parla di un dimezzamento dei fondi pubblici – da circa 20 milioni di euro ad 8 milioni – che determinerebbe la cancellazione dei programmi prodotti in proprio da Rai Internazionale e destinati in particolare agli italiani residenti all’estero.

   Presenti all’incontro i parlamentari democratici eletti nella circoscrizione Estero Fabio Porta (America meridionale) e Claudio Micheloni (Europa) e Fabrizio Morri, capogruppo del partito in Commissione parlamentare di vigilanza Rai. Morri ha ribadito l’importanza di un canale che “presenta l’Italia nel mondo, capace di suscitare curiosità ed interesse non solo in vista di una sempre più vasta commercializzazione dei prodotti made in Italy, ma anche verso il nostro patrimonio culturale, così come dimostra l’attenzione crescente nei confronti della nostra lingua”. Morri è consapevole del fatto che la crisi economica impone sacrifici generalizzati e contenimento di spesa, sollecita però il governo a predisporre “soluzioni meno traumatiche dal punto di vista delle risorse”, invitando la Rai, nel quadro di una ridefinizione globale del servizio, a “non trascurare i programmi che concorrono alla proiezione internazionale del nostro Paese”. Il senatore Micheloni, ricorda come “nel palinsesto di Rai Int. ciò che fa la differenza sono le auto-produzioni, ossia i programmi pensati in particolare per informare i connazionali residenti all’estero. Produzioni che, pur essendo diminuite nel corso degli anni, sono oggi qualitativamente migliorate e apprezzate dal pubblico al quale si rivolgono”.

   Preoccupati del rischio che il “canale perda la propria voce”, piuttosto che di una soppressione in toto di Rai Internazionale, alcuni giornalisti dell’emittente presenti all’incontro, che hanno ribadito come siano la redazione e gli addetti alle produzioni interne a costituire il valore aggiunto di Rai Int., e segnalato come il budget ridimensionato potrebbe coprire a malapena l’acquisto dei diritti per le partite di calcio.

 

 

 

Luogo Geografico: America, Europa, Italy

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per aver votato

Inizio pagina

Commenti

Commenti