A proposito di Rai Internazionale

Inviare ad un amico

Inviare questo articolo ad un amico.

Pensando di interpretare il sentimento della maggior parte dei nostri lettori, che seguono fedelmente i programmi di Rai Internazionale, riceviamo e pubblichiamo la lettera che un nostro connazionale, Giuliano Fedele Superina, residente a Toronto, ha inviato al direttore di Rai Internazionale Daniele Renzoni e, per conoscenza, ai programmi che questa testata “confeziona” espressamente per gli italiani all’estero: "Italia Chiama Italia" - Gran Sportello Italia" - “Italia è” - "Italia express”, trasmissioni le cui produzioni cesseranno ufficialmente dal 1 gennaio 2012.  

 

Un momento della manifestazione del 2005 ad Ottawa durante la quale la comunità italiana chiese di poter vedere la Rai anche in Canada

Illustre Direttore, a mali estremi, massimi rimedi. Le scrivo relativamente alla chiusura di tanti programmi di Rai Internazionale di interessse pubblico che sono in via di attuazione. Nei giorni scorsi il programma "Italia Chiama Italia" è stato tagliato da un'ora a 15 minuti, il tempo di dare a Benedetta Rinaldi  l'occasione di un commiato doloroso, come lo si poteva percepire dalla voce  della stessa conduttrice. Poi abbiamo visto nuovamente due meravigliosi programmi: la puntata di "Gran Sportello Italia" con tutte le importanti interviste che interessano da vicino gli Italiani nel Mondo. Più tardi, il programma "Italia è/Italia express" dedicato esclusivamente a Trieste, negli aspetti piu interessanti della città aventi anche carattere internazionale. A proposito di Trieste mi lasci dire che Trieste è per me una città del tutto particolare, città a me molto cara, considerandola mia seconda città natale, dopo che Fiume, dove nacqui, e l'Istria furono sacrificate dall'Italia allo straniero. Lo scorso maggio mi fu concessa l'opportunità di un'intervista mentre mi trovavo a Trieste e ne sono molto grato a Gran Sportello Italia. Proprio da cantare: “Trieste mia!".Ritornando a Rai Internazionale, c'è da domandarsi: cosa avverrà di questi programmi ? Mi rivolgo a Lei perché ne è il responsabile, come viene annunciato all'inizio dei programmi stessi. Sono programmi fatti e messi in onda particolarmente per noi "Italiani nel Mondo", e il sopprimerli è una vergogna per  RAI Internazionale, ma contemporaneamente anche una beffa, uno smacco per noi Italiani all'Estero. Un vero smacco, come se fossimo carne da macello da essere usata secondo i bisogni e opportunità del momento: un giorno ne siamo i beniamini e l'altro dei "pirla" da ignorare e far pagare.Permetta che La esorti a farsi avanti e gridare insieme a noi, milioni di Italiani nel Mondo" la nostra indignazione per lo scempio che il taglio dei Suoi programmi rappresenta per noi, Italiani nel Mondo".Vada al Quirinale, vada a Montecitorio, ma una voce di gran protesta deve essere gridata e sentita.  “Italia chiamò!” 

 

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per aver votato

Inizio pagina

Commenti

Commenti