La patata bollente!

Dario
Dario Bivona
Inviare ad un amico

Inviare questo articolo ad un amico.

Questa volta ho deciso di seguire il mio proprio piacere gastronomico e parlarvi del tubero che adoro più di ogni altro: la patata! Un Po’ di storia, giusto per raccontarvi come questo semplice e saporito alimento è arrivato fino alle nostre tavole. La patata è originaria del Sudamerica, più esattamente del Perù, dove gli Incas la coltivavano già nell’800-900 AC. La storia delle patate è paragonabile a un romanzo d’avventura, con viaggi, lotte e battaglie, e con il lieto fine che noi tutti conosciamo. Questo tubero non fu da subito apprezzato in Europa dove trovò tante resistenze e tante diffidenze, e ancora più ostacoli ha trovato in Italia, dove è diventata un alimento di uso comune solo nel 19esimo secolo. Ossia molto dopo che la patata era entrata nell’alimentazione quotidiana in altri paesi, come Irlanda e Olanda. La sua venuta in Europa è da attribuire agli spagnoli, a Francisco Pizarro per la precisione, che la scoprì durante la conquista del Perù, nel 14esimo secolo. Più tardi, dalla Spagna si diffuse in Italia, Germania e in Francia, dove divenne un cibo da ospizi e ospedali. In tutta Europa però, per quasi due secoli, venne considerata solo una curiosità botanica e una pianta d’appartamento, visti il suo aspetto inconsueto e l’appartenenza alla famiglia delle Solanacee, come la belladonna o la dulcamara, piante dalle foglie velenose associate alla stregoneria. Ci vollero dapprima la guerra dei Trent’anni anni (1618-1648) e poi le epidemie e le carestie della metà del ‘700 per superare questi tabù, diffondere la conoscenza delle patate e avviarne la coltivazione sistematica in Irlanda, Inghilterra, Olanda e Prussia. Nello stesso periodo, in Francia, la patata non ebbe grande successo, ma solo durante la rivoluzione del 1789 la patata si impose come cibo popolare, e all'inizio dell'ottocento trovò la definitiva consacrazione anche nella haute cuisine. In effetti, la prima ricetta giunta fino a noi è tedesca e risale addirittura al 1581, ma fu in Francia che un ricettario completo fu dedicato a questo tubercolo nel 1793.

La venuta della patata in Europa è da attribuire agli spagnoli e Pizarro che la scoprì durante la conquista del Perù, nel 14° secolo

(Prima parte, continua la prossima settimana)

Luogo Geografico: Europa, Francia, Italia Irlanda

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5

Grazie per aver votato

Inizio pagina

Commenti

Commenti