Terremoto: 1 M$ per i terremotati italiani


Pubblicato il 16 maggio 2017

SOS Italia, in compagnia dei deputati, dei partner e dei donatori, che hanno raccolto 1 M$ per l'Italia

©Foto TC Media — Audrey Gauthier

Un totale di 1.000.000$ è stato raccolto da SOS Italia per aiutare gli italiani colpiti dal terremoto dello scorso anno

La popolazione, i rappresentanti eletti, le associazioni ed organizzazioni si sono mobilitate per mesi con lo scopo di dare una mano alle vittime. I Quebecchesi sono stati particolarmente attivi e generosi tenuto conto che due terzi dei fondi raccolti provengono dalla ''Belle province''.

"È un risultato straordinario. Mostra l'intensità del rapporto tra la comunità italiana e il Quebec, soprattutto Montreal'', ha sottolineato l'Ambasciatore d'Italia in Canada, Claudio Taffuri.

"Il Quebec è stato colpito dalla situazione delle vittime del sisma che vivono ancora negli accampamenti. Sono orgogliosa dell'assistenza spontanea e prendo atto di questo eccellente spettacolo di solidarietà", aggiunge Kathleen Weil, Ministro dell'immigrazione, diversità e inclusione.

"È un evento che ha cambiato la vita degli abitanti, ma anche la comunità italiana nel mondo. Questi fondi potranno veramente aiutare i terremotati ", continua la deputata di Jeanne-Mance-Viger, Filomena Rotiroti, che ha chiesto aiuti ai suoi colleghi della Assemblea nazionale, riuscendo a raccogliere $41 900.

 

 La ricostruzione

Mentre il governo italiano e la Croce Rossa italiana rispondevano già "bene" alle condizioni di emergenza degli italiani, SOS Italia ha voluto finanziare un progetto orientato alla ricostruzione.

"Noi non volevamo finanziare progetti temporanei, ma qualcosa di tangibile e durevole", afferma Tony Sciascia, Presidente del Comitato SOS Italia.

I fondi saranno utilizzati per  la costruzione di un centro comunitario e culturale nella città di Muccia, nelle Marche, fortemente colpito dal sisma.

"Oltre a contribuire alle attività culturali, scolastiche e sportive, questo centro avrà anche una seconda funzione, quella di diventare un centro di accoglienza e soggiorno. Così, la regione sarà meglio preparata se un altro terremoto colpirà questa zona", ha detto Pascal Mathieu, Vice President in Quebec della Croce Rossa canadese.

I lavori per il centro dovrebbero iniziare nei prossimi mesi. Il centro è programmato per aprire nel 2019.

Una targa commemorativa che evidenzia le donazioni canadesi sarà installata nel centro, i cui i costi di costruzione ammontano a 3 M$.

 

La storia del sisma

 

Il 24 agosto, alle 3:30 del mattino, un terremoto con magnitudo di 6,0, secondo le autorità italiane, scuote il centro Italia. Il suo epicentro è a Norcia, circa 170 chilometri a nord-est di Roma, ed è localizzato a solo quattro chilometri di profondità, causando maggiori danni.

Le città più colpite sono state Amatrice ed Accumoli, nei pressi di Rieti, un centinaio di chilometri a nord-est di Roma e Pescara del Tronto, 25 chilometri più a est. La tragedia ha causato quasi 300 morti e circa 400 feriti.

Traduzione di Gian G.Pollifrone