Sarà l’anno delle Rosse?

Pubblicato il 24 marzo 2017

Vettel sulla Ferrari 2017

©ANSA

La Formula Uno 2017 riparte dall'Australia. In pista anche Lance Stroll, giovane pilota montrealese

La F1 riparte il 26 marzo da Melbourne, in Australia. Tutto il pianeta ferrarista spera sia l’anno della riscossa. Non volendo peccare di campanilismo, mi viene fin troppo spontaneo avere quel pizzico di ottimismo che accompagna questa vigilia. Se il buon giorno si vede dal mattino, l'ottimismo è ben fondato e basato sulle recenti prestazioni relative alle prove invernali delle Rosse sul Circuito di Montmelo, nei pressi di Barcellona.  Due settimane di prove intense, con la partecipazione di tutti i Team iscritti al Mondiale 2017. I piloti si sono alternati alla guida delle proprie vetture con lo scopo di testare le modifiche dettate dai nuovi regolamenti e verificare il comportamento generale delle stesse. E, per ritornare alla Scuderia, sembra che la nuova SF70H sia nata sotto una buona stella.

Ma diamo un occhiata a come si presenta questo mondiale e quali sono le principali novità. La prima su tutte riguarda il numero di partecipanti. Con il ritiro della Manor, per ragioni econmiche, il "Circo" è ritornato a 10 squadre; quindi 20 macchine a contendersi il traguardo e la gloria dei 20 Gran Premi in calendario: dall’Australia, fino ad Abu Dabi, negli Emirati Arabi, il 26 novembre. Il "Circo" farà tappa a Montreal per il GP del Canada l’11 giugno mentre il GP d’Italia a Monza è in programma il 3 settembre. Da notare l’assenza dal calendario del GP di Germania a causa del conflitto tra gli organizzatori dei circuiti di Nurburgring e di Hockenheimring.

 

Macchine più veloci

Il 2017 presenta la più grande rivoluzione tecnica dalla presentazione dai motori hybrid nel 2014. Da quest’anno, le maggiori novità sono rappresentate dalla livrea della macchina e dalle gomme. Carrozzeria e gomme più larghe, con più deportanza o "downforce" e aderenza, con il risultato di rendere le macchine più veloci ma anche più fisicamente impegnative da condurre.

Le gomme aumentano di superficie del 25%, gli alettoni sia anteriore che posteriore sono più larghi di 15 e 20 centimetri rispettivamente, con l’altezza massima della vetture ridotta di 20 centimetri. Grazie a queste revisioni, si prevede un miglioramento nei tempi sul giro dai 3 ai 5 secondi. Nessun novità di riguardo a livello di regolamento per i motori che rimangono dal 2014 di 1.6 litri turbo ibrido con potenze sui  900 e + cavalli. Concessa però ai motoristi la facoltà di rivedere la mappatura dei "power unit", il tutto per rendere i motori più performanti e rumorosi

 

Con Lance Stroll il Canada ritorna in F1

Il 3 novembre 2016 è arrivato l’annuncio ufficiale dalla Williams. Il Canadese Lance Stroll, nato a Montreal nel 1988, Campione d’Europa 2016 in Formula 3, nella stagione 2017 farà coppia con Valtteri Bottas che poi, però è passato alla Mercedes. Al suo posto è stato "ripescato" il brasiliano Felipe Massa. A 18 anni Stroll sarà il pilota più giovane ed il solo a non aver mai gareggiato in Formula Uno. Ed è il secondo più giovane pilota della storia della massima formula dopo Max Verstappen della Red Bull.

Grazie alle possibilità economiche del padre Lawrence, proprietario, tra le varie aziende, della concessionaria Ferrari-Maserati Quebec e del Circuito di Mont-Tremblant, circuito storico per aver osptitato la Formula Uno negli anni 1968 e 1970, Lance all’età di 11 anni ha sottoscritto un contratto con la Ferrari Driver Academy. Nel 2014 dopo qualche anno di karting,  ha gareggiato nella Formula 4 Italiana per poi andare a vincere il titolo nella Toyota Racing Series della Nuova Zelanda, anteprima al suo debutto, nel 2015, in Formula 3 Europea. Stroll si è messo subito in evidenza non tanto per i risultati ma per la sua irruenza nella guida, "condita" da qualche scorrettezza al punto di ricevere anche la squalifica in seguito ad un incidente sulla pista di Spa in Belgio. Il 2016 è stato l’anno della svolta. Passato alla Williams come pilota di riserva e sviluppo e ha partecipato all’Europeo di Formula 3 per infilare ben 14 vittorie  su 30 gare e guadagnarsi, con merito, il titolo. Con Lance Stroll il Canada ritorna in Formula Uno, dopo il ritiro nel 2006 dell’ex Campione del mondo Jacques Villeneuve.

 

Collaborazione speciale di Pino Asaro pino.asaro@lubital.ca