Attività

“Ambasciatori del “Made in Puglia”

Da domenica 25 novembre a mercoledì 28 novembre 2012, la Camera di Commercio Italiana in Canada ha avuto l’onore di ospitare, a Montreal, una delegazione di aziende operanti in differenti settori chiave della regione Puglia.

Questa missione va collocata in un più ampio progetto, denominato “Puglia-Canada 2012”, che rientra sotto la competenza del servizio Internazionalizzazione e dell’Ufficio Pugliesi nel Mondo della Regione Puglia. Questo progetto è stato realizzato con il supporto tecnico dello Sprint Puglia (lo Sportello regionale per l’Internazionalizzazione delle imprese), della Camera di Commercio Italiana in Canada, dell’associazione giovanile La Nuova Centrale Pugliese e della Federazione Regione Puglia di Montréal.

Nell’insieme del progetto è stata promossa un’iniziativa di informazione, promozione e business matching, rivolta a tutti i giovani canadesi di origini pugliesi. I candidati hanno dovuto dimostrare di essere attivi, motivati, aperti e soprattutto interessati al sistema economico pugliese. Sono stati considerati giovani canadesi di origini pugliesi tutti coloro che potevano vantare un grado di parentela fino al terzo grado con italo-canadesi di origini pugliese. È stata richiesta loro, infine, una conoscenza di base della lingua italiana.

I giovani studenti, definiti durante la missione come “ambasciatori pugliesi”, selezionati sono stati: Marco Bruno, Rosangela Chiarappa, Giacomo Marziliano, Alessandro Masi, Vito Nicolas Mattiace, Luigi Pastore, Giovanna Patruno, Cesaria Sara Schiralli e Giulia Sollecito, tutti sotto la guida dalla leader del progetto Maria Mattiace – presidente dell’Associazione giovanile La Nuova Centrale Pugliese.

 Tale progetto, che ha convolto questi 9 giovani italo-canadesi con origini pugliesi, si è sviluppato in tre fasi principali:

-nella prima fase sono stati organizzati 8 workshops; questi sono stati orientati su differenti tematiche che possono essere sintetizzate in alcuni argomenti quali: nozioni di commercio, finanza internazionale, import-export, logistica, quadro macro-e micro-economico Italiano e pugliese, aspetti comunicativi, networking e ricerche di mercato. Le aziende pugliesi partecipanti al progetto sono state selezionate in base alle competenze ed alle esperienze professionali dei giovani. Durante questi workshop sono stati invitati professori universitari ma anche personalità di grande rilievo del mondo business di Montreal con l’intento di arricchire quanto più possibile l’esperienza dei giovani pugliesi con testimonianze differenti e fortemente incentivanti. Indubbiamente questa attività è stata di grande utilità dal momento che ha permesso di sviluppare e perfezionare l’aspetto formativo non solo da un punto di vista teorico ma anche da un punto di vista più pratico.

Dopo aver acquisito una formazione di base teorica, infatti, ciascun giovane ha elaborato, affiancato da personale esperto della Camera di Commercio Italiana in Canada, un case study riguardante una delle aziende pugliesi.

– La seconda fase del progetto, relizzatasi da martedi 22 ottobre a domenica 28 ottobre 2012, ha visto la creazione di un vero e proprio study tour in Puglia. In questa occasione i giovani ambasciatori hanno potuto rafforzare la loro conoscenza del sistema economico pugliese, approfondendo quanto elaborato ed appreso durante i workshop. Questa esperienza è stata di grande crescita per loro dal momento che gli ha dato la possibilità di interfacciarsi con nuove realtà, di conoscere nuove persone, e di entrare maggiormente a contatto con il mondo d’affari, e nello specifico con il mondo delle imprese pugliesi.

In data 24 ottobre, in occasione del suddetto Study tour, è stato organizzato un incontro con una delegazione istituzionale regionale presso la sede della Fondazione Apulia Fillm Commission, ossia presso  il Cineporto, Fiera del Levante, Bari. Durante l’incontro i giovani ambasciatori hanno avuto l’occasione di incontrare i dirigenti di vari istituti regionali (Puglia Sviluppo; PugliaPromozione; Arti; Innova Puglia, Servizio Internazionalizzazione ed altri ancora).

La mattinata è proseguita con un incontro con i referenti delle società pugliesi che, insieme a PugliaPromozione e all’agenzia del turismo della Regione Puglia, hanno avuto il compito di presentare alla delegazione canadese le destinazioni della Puglia e l’offerta turistica regionale.

La delegata nazionale della CCIC ha tenuto una presentazione relativa alle opportunità di scambio con il mercato canadese nei settori di eccellenza pugliesi quali agro-alimentare, turismo e industria creativa.

 In quella occasione, inoltre, le aziende pugliesi ed i giovani “ambasciatori” hanno avuto l’opportunità di definire i contenuti del project work da sviluppare in Canada, attraverso la presenza dell’”Ambasciatore” assegnato e grazie alla collaborazione dello SPRINT Puglia e della Camera di Commercio Italiana in Canada, altresì presenti nel corso dell’incontro.

La giornata del 25 ottobre è stata dedicata alle visite delle aziende pugliesi sul territorio. I giovani ambasciatori hanno così avuto accesso alle aziende e hanno potuto  interfacciarsi con le realtà operative pugliesi quali la fabbrica di produzione di cioccolato e prodotti dolciari, masserie, agriturismi, teatro, uffici dei produttori dei film ed altre strutture produttive e creative.

La giornata del 26 ottobre è stata dedicata ad un briefing, presso il Servizio Internazionalizzazione della Regione Puglia, durante il quale si è discusso dei risultati dello Study Tour.

Sabato 27 ottobre i giovani pugliesi hanno potuto partecipare alla Convention Pugliesi nel Mondo che si è tenuta presso il lussuoso hotel Golden Palace a Torino. In tale occasione i giovani ambasciatori hanno potuto presentare il loro progetto davanti alle comunità pugliesi in tutto il mondo e condividere con essi la propria profonda passione cercando di trasferire la loro grinta e il loro entusiasmo. Durante tutta la durata dell’evento i rappresentanti della Camera di Commercio Italiana in Canada hanno accompagnato e assistito i ragazzi tanto nei momenti istituzionali quanto in quelli professionali.

Alla Convention ha partecipato, tra gli altri, anche l’Assessore Regionale Politiche Sociali On. Elena Gentile.

– La terza fase ha visto la possibilità per le aziende pugliesi, coinvolte nel progetto, di organizzare una missione commerciale in Canada al fine di promuovere il proprio sistema di offerta ed avviare rapporti di collaborazione con potenziali partner canadesi.

Le aziende presenti a Montreal sono state 7 nelle categorie dell’agroalimentare, dell’industria creativa e del turismo della regione Puglia. Precisamente: Francesco de Padova srl (olio d’oliva extra vergine, agriturismo, vino), Consorzio Paniere di Puglia (pasta, olio d’oliva extra vergine), Dinamo Film srl (produttori cinema), Agrinitti di Vito Nitti (prodotti di specialità pugliesi quali sott’oli, creme e salse), Bernardi srl (cioccolato artigianale di alta gamma e prodotti dolciari), Azienda Agricola Baroni Nuovi (olio d’oliva extra vergine, vino, agriturismo) e Solanda tour & DMC (tour operator), e sono state accompagnate dalla rappresentante dello Sprint Puglia Dott.ssa Anna Loffredo.

Gli importatori canadesi nel settore agro-alimentare hanno potuto apprezzare la qualità eccellente dell’olio d’oliva extra vergine DOP pugliese e biologico, dei prodotti tipici quali la crema di lampascioni, la crema di peperoncino, i carciofi sott’olio, la pasta artigianale ed altri ancora.

È stata altrettanto interessante l’offerta turistica pugliese con i suoi luoghi storici, l’enogastronomia, il patrimonio culturale, corsi di lingua e la ricchezza paesaggistica.

La visita di queste aziende a Montreal può essere considerata la parte centrale dell’intero progetto. Queste, infatti, hanno avuto l’occasione di partecipare a Business-to-Business meetings appositamente pensati ed organizzati, da parte della Camera di Commercio Italiana in Canada, al fine di incentivare la loro attività in territorio canadese. Questi incontri sono stati senza dubbio di grande utilità non solo per le aziende protagoniste della missione, ma anche per gli studenti che hanno potuto contribuire all’organizzazione e allo svolgimento dei meetings facendosi cosi’ un’idea di come funzioni il reale mondo del commercio internazionale.

La partecipazione di queste aziende ad eventi spot in Canada non avrebbe prodotto alcun effetto se non fosse stata accompagnata da un’agenda personalizzata per ogni singola azienda, formulata sulla base delle caratteristiche dei prodotti presentati e sulle aspettative dichiarate dagli imprenditori. Infatti solo una preventiva ricerca dei partners, effettuata sulla base di un reale e consapevole interesse da parte delle controparti straniere, poteva assicurare agli operatori pugliesi una buona riuscita in occasione della missione a Montreal.  

Di tutte queste attività si è occupata la Camera di Commercio Italiana in Canada svolgendo così un ruolo di organizzatore e supervisore dell’intero progetto nonché della missione stessa.

Molti i riscontri positivi avuti dalle aziende pugliesi presenti durante tutta la durata del progetto. Quest’ultimo è stato, infatti, valutato come molto utile e, soprattutto, sono stati considerati stratgici i  meetings organizzati appositamente per ogni singola azienda. Grazie al alvoro svolto, le aziende pugliesi sono intenzionate a proseguire nell’attività di collaborazione e scambio commerciale con il Canada. Infatti, sono state poste le basi per i primi rapporti di partnership in differenti settori.

È necessario anche sottolineare la partecipazione della delegazione pugliese alla Cena di chiusura del progetto, organizzata presso Casa Puglia lunedi 26 novembre. A questa cena sono state invitate circa 60 persone, tra i vertici della Federazione della Regione Puglia, il CGPM, il COMITES, La Nuova Centrale Pugliese, varie associazioni pugliesi, i media italo-canadesi e la comunità d’affari di Montreal.

La Camera di Commercio Italiana in Canada non può che augurarsi, quindi,  che specifici e singoli accordi di vendita e collaborazione vengano presto siglati al fine di incentivare un’attività d’esportazione dei prodotti e servizi pugliesi sul mercato canadese, in modo da incentivare ulteriormente i già presenti rapporti di scambio tra i due paesi.

 

La Rédaction


Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsored Posts