In primo piano

14 novembre: Giornata Mondiale del diabete

12 milioni di italiani coinvolti. La situazione in Canada

Nel 2017 si contavano nel mondo circa 425 milioni di persone con diabete

Ansa

Ansa – È allarme rosso per il diabete, nel mondo e anche in Italia: nel Bel Paese i diabetici sono infatti 4 milioni, ai quali si aggiunge un milione di persone che ancora non sa di essere malato ed altri 7 milioni in condizioni di pre-diabete. In totale, dunque, 12 milioni di italiani sono toccati da questa malattia. È il quadro tracciato dalla Società italiana di diabetologia (Sid) in occasione della Giornata mondiale del diabete che si celebra il 14 novembre.

La prevalenza del diabete di tipo 2, spiegano i diabetologi, aumenta tuttavia con l’aumentare dell’età, e dopo i 70 anni supera il 20% (un anziano su 5 è affetto da diabete di tipo 2).

Secondo le stime dell’International Diabetes Federation (IDF), nel 2017 si contavano nel mondo circa 425 milioni di persone con diabete, con una prevalenza in crescita vertiginosa: le proiezioni per il 2030 parlano, infatti, di 552 milioni di malati. Inoltre, oltre 1 milione di bambini e adolescenti nel mondo sono affetti da diabete di tipo 1.

L’allarme, avvertono gli esperti, si concentra soprattutto nelle città. Qui vivono due persone su tre di quelle con diabete (279 milioni). Le città, afferma Andrea Lenzi, presidente del Comitato Nazionale per la Biosicurezza e le Biotecnologie e presidente dell’Health City Institute, “stanno diventando patogene, qualcosa che non avremmo immaginato fino a 30 anni fa. Per combattere il diabete nelle città bisogna dunque promuovere azioni alleandosi con sindaci e istituzioni”.

 

La situazione in Canada

Secondo i dati più recenti (2015) di Santé Canada, sono circa 3,4 milioni i canadesi affetti dal diabete ovvero il 9,3% della popolazione, con un rapporto di un bambino o un adolescente (1-19 anni) su 300 e un adulto (20 anni e più) su 10. Il costo sitmato di quelsta malattia in termine di cure e servizi è di 15 miliardi di dollari.

Si stima che nel 2025 il numero di malati potrebbe salire a 5 milioni (12% della popolazione) con un costo che si aggirerebbe intorno ai 17 miliardi.

 

 

 

La Rédaction


Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsored Posts