In primo piano

Il Console Marco Riccardo Rusconi termina il suo mandato a Montréal

Ascolto, inclusione, collaborazione

Marco Riccardo Rusconi

foto cortesia

La notizia è arrivata inaspettata. Il Console Generale d’Italia a Montréal e Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Organizzazione dell’Aviazione Civile Internazionale – ICAO, Marco Riccardo Rusconi, terminerà il suo mandato il 22 dicembre per assumere, dall’8 gennaio 2019, le funzioni di Consigliere diplomatico per il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

«Ho conosciuto il Ministro nel settembre scorso, in occasione di un vertice del G7 sull’Ambiente ad Halifax. Tra di noi – ha spiegato il Console Rusconi nel corso di un incontro con la stampa tenutosi al Consolato il 23 novembre scorso – è nata subito una bella intesa professionale. Il Ministro Costa, dunque, mi ha invitato ad andare a lavorare con lui a Roma. Si tratta di un bell’incarico, molto stimolante professionalmente, e poiché il mio mandato di Console sarebbe terminato l’estate prossima, si è trattato di anticipare il rientro a Roma di sei mesi».

Montréal avrà dunque bisogno di un nuovo Console Generale che, rispettando i tempi tecnici necessari, arriverà tra qualche mese.

Marco Riccardo Rusconi è entrato in funzione in qualità di Console il 1°agosto del 2016. In due anni e mezzo di mandato sono tantissime le cose che sono successe.

«Devo dire che sono stato anche fortunato perché non capita a tutti i Consoli di ricevere, nella città in cui esercitano le loro funzioni, la visita di un presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di ben due presidenti della Camera, Laura Boldrini e Roberto Fico, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte venuto a Cherlevoix per partecipare al Vertice G7 e di diversi altri rappresentanti del governo italiano. Tutto ciò ha fatto sì che anche in Italia si parlasse di Montréal e della comunità italiana perché tutti coloro che sono venuti ne hanno tratto delle impressioni molto favorevoli».

 

Una Festa per tutti

«La mie lineee direttrici – afferma il Console Rusconi – sono sempre state quelle dell’inclusione, dell’ascolto e della collaborazione. Abbiamo cercato di lavorare con tutti: associazioni, organizzazioni, soggetti, aziende, artisti, persone del mondo della cultura, per cercare di legare insieme e di far emergere le immense energie che ci sono nella comunità italiana, una comunità molto bella, molto legata all’Italia e alla nostra lingua. E credo che ci siamo riusciti perché abbiamo organizzato due magnifiche feste della Repubblica, quella del 2017 allo Stadio Saputo, con il concerto di Antonello Venditti davanti a 6000 spettatori, e quella di quest’anno alla Place Bell di Laval, con il concerto di Claudio Baglioni davanti a 10.000 persone.

Il Console Rusconi davanti al Consolato di Montréal

Foto cortesia

Abbiamo realizzato a Montréal due giornate del Design italiano nel mondo in collaborazione con le università locali, due Settimane della cucina italiana nel mondo, abbiamo organizzato degli eventi promozionali sulla nave Amerigo Vespucci ancorata al Vecchio Porto di Montréal e visitata da migliaia di persone, abbiamo sostenuto l’arrivo di tanti artisti italiani.

Abbiamo cercato – prosegue Marco Riccardo Rusconi – di mettere in evidenza i talenti italiani presenti nella nostra città e in Québec. Ho visitato e cercato di valorizzare numerose aziende create da italiani di Montréal o filiali di aziende italiane installate in Québec così come ho cercato di partecipare il più possibile a feste e ricorrenze delle varie associazioni e organismi della comunità italiana dal confronto con le quali sono nate idee, progetti e proposte molto interessanti.

Abbiamo stanziato nuove risorse per l’insegnamento della lingua italiana e abbiamo promosso degli eventi in collaborazione con la Comunità Scientifica Italiana in Canada. Sono molto soddisfatto, inoltre, del livello dei servizi consolari anche grazie alla formidabile squadra di collaboratori».

La lista delle realizzazione è davvero molto lunga. Siamo sicuri che il lavoro del Console Rusconi ha contribuito a consolidare e rendere sempre più stretti i rapporti tra l’Italia ed il Québec. Grazie Console e buon rientro a Roma!»  

 

La Rédaction


Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsored Posts