Arte e spettacolo

Tutto lo splendore dei disegni di Guido Nincheri

La Collezione "Dignité" in mostra al Centre Funéraire Côte-des-Neige

La vetrata della Cappella di Maria nella Chiesa di Saint-Léon a Westmount con la scena delle “Nozze di Cana” (carton 74)

foto cortesia

Quello di domenica 9 dicembre (12:00-18:00), è un appuntamento assolutamente da non perdere per tutti gli amanti dell’arte. Presso il Centre Funérairé Côte-des-Neiges potranno assistere ad una rara esposizione di disegni di Guido Nincheri.

«Sarà una mostra pubblica e privata allo stesso tempo – spiega il suo curatore Gian Carlo Biferali – nel senso che i disegni esposti, circa una trentina, fanno parte di una collezione di 297 pezzi, quasi tutti di mano di Guido Nincheri, acquistati alcuni anni fa da “Réseau Dignité”.

Il disegno preparatorio in bianco e nero della vetrata delal Cappella di Maria

foto cortesia

I disegni, a matita o carboncino su carta, con qualche raro tocco di bianco per dare, in certi casi, un po’ più di rilievo alle figure, sono tutti di grandi dimensioni, alcuni di essi vanno dai 4 ad oltre 12 piedi (da poco più di 1 ad oltre 3 metri); dunque, proprio per le loro imponenti dimensioni era praticamente impossibile esporli tutti.

Le opere in mostra il 9 dicembre raffigurano soggetti religiosi perché sono i disegni preparatori per le tante vetrate che Guido Nincheri ha realizzato in diverse chiese del Nord America. Sarà una bellissima occasione – continua Biferali – per vedere da vicino questi grandi disegni che, tra l’altro, sono stati restaurati perché la carta si stava deteriorando seriamente, e per potersi intrattenere con il nipote di Nincheri, Roger, che sarà anche presidente d’onore dell’esposizione. Speriamo che nel futuro la mostra possa viaggiare e andare nei luoghi, soprattuto nel Québec e nell’Ontario, dove l’artista ha realizzato alcune delle sue opere più importanti.

Guido Nincheri è stato un artista immenso, non abbastanza riconosciuto per il suo giusto valore. Sono molto contento – aggiunge Gian Carlo Biferali – che “Réseau Dignité” abbia acquistato da un privato questa collezione di disegni che così è stata salvata e messa in sicurezza.

Speriamo che anche le altre opere di Nincheri, come quelle che sono conservate al Museo Dufresne-Nincheri, e che rischiano di deteriorarsi ulteriormente a cause delle infiltrazioni d’acqua nei locali dove sono custodite, possano essere un giorno anche loro salvaguardate come meritano. Un po’ di tempo fa il Comitato per la salvaguardia delle opere di Nincheri ha incontrato il Comune di Montréal, a cui appartiene il Museo, proprio per discutere di questo problema ottenendo una risposta positiva. Ora bisogna però passare all’azione prima che non sia troppo tardi».    

 

Dove, come quando

Centre Funéraire Côte-des-Neiges

4525 Côte-des-Neiges, Montréal

RSVP: 514-342-8000

Domenica 9 dicembre; vernissage ore 12:00

 

Vetrate, affreschi, decorazioni

Guido Nincheri è nato a Prato nel 1885 ed è deceduto a Providence (Rhode Island, USA) nel 1973.

Dopo aver studiato all’Accadermia di Belle Arti di Firenze si rende a Boston nel 1913; l’anno seguente si stabilisce a Montréal dove apre uno studio d’arte.

È considerato l’artista (maestro vetraio, disegnatore,affreschista, progettista, decoratore, intagliatore, scultore,) che ha prodotto il maggior numero di opere religiose in Canada durante il XX secolo.

Le sue vetrate e le sue opere decorative ornano circa 200 edifici, soprattutto chiese, in Canada e negli Stati Uniti.

Tra i suoi capolavori troviamo la chiesa di Saint-Léon a Westmount designata “Logo storico nazionale del Canada” così come la chiesa Madonna della Difesa nella Piccola Italia dove ha dipinto il controverso affresco della cupola, “I patti lateranensi”, in cui ha rappresentato Benito Mussolini a cavallo. Sue anche alcune vetrate che decorano la Casa d’Italia.

 

 

 

 

 

La Rédaction


Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsored Posts