Una campana da Agnone alla Casa d'Italia

Pubblicato il 4 settembre 2012
La campana di Agnone

Agnone - Anche questa estate il Museo della Campana, della millenaria Fonderia Pontificia Marinelli, si riconferma tra i siti d'interesse culturale maggiormente visitati del Molise. Lo stato finanziario del nostro Paese sta rapidamente modificando la gestione delle ferie estive privilegiando brevi soggiorni alla scoperta dei "piccoli centri" o alla riscoperta delle proprie radici. Monitorando le presenze al museo Marinelli, si scopre che più numerosi del solito sono coloro che vantano un legame di sangue col territorio. Siano essi di I, II o III generazione, nipoti, figli o ancora anziani "emigranti", tra nostalgia e curiosità in tanti tornano ad Agnone.  A loro è giusto offrire la più delicata accoglienza perché sono i più attendibili promotori del nostro paese nel mondo.

La fonderia Marinelli ha dunque dedicato una campana a quanti, con coraggio e sacrificio, nei primi anni del '900, si sono allontanati da affetti e radici per garantire il sostentamento ad intere comunità. La campana, richiesta dalle Associazioni Molisane in Canada, sarà donata alla Casa d'Italia di Montreal. Tra i simboli più toccanti del ricordo e della nostalgia, del legame con la terra, la piazza e il campanile c'è senza dubbio "la campana". Essa dovrà essere maneggiata e suonata da tutti perché le vibrazioni dell'Italia possano permanere lungamente in tutti i visitatori. La campana di bronzo, esposta nel museo agnonese per ancora tutta l’estate, ha un diametro di 35 cm e reca in rilievo il logo delle celebrazioni per il 75° anniversario della fondazione della Casa d'Italia, il logo dei 150 anni dell’Unità d’Italia, ricorda anche i 50 anni della lega agnonese e, intorno alla base, reca le sigle di tutte le regioni (vedi foto). La bella, significativa  campana salperà a breve per Montreal, già attesa da una delegazione di molisani pronta a riceverla con tanto di onori. (Comunicato)