Sections

Una corsia "poco" preferenziale


Pubblicato il 9 ottobre 2018

Un tratto del boulevard Maurice Duplessis con la corsia preferenziale e le auto parcheggiate

©Foto Metro Media – Youri Nabbad

Il traffico a Rivière-des-Prairies

L'installazione di una nuova corsia preferenziale sul boulevard Maurice Duplessis durante le ore di punta, riservata ad autobus, taxi e biciclette, sta facendo discutere i cittadini di Rivière-des-Prairies. Non sono pochi quelli che la considerano inutile.

Tra di essi anche il consigliere di R.d.P. Giovanni Rapanà che ha spiegato la storia e gli sviluppi di questo dossier.

«L'idea di creare una corsia preferenziale sul boul. Maurice-Duplessis, dalla 54ma avenue fino all'altezza del Complexe Marie-Victorin, è nata nel 2016 e rientrava nell'ambito delle iniziative progettate dall'amministrazione comunale per realizzare 375 km di vie riservate e piste ciclabili in occasione del 375mo anniversario della Città di Montréal (2017).

La Società dei Trasporti di Montréal (STM) ha presentato il progetto dal quale si evidenziava che l'impatto di questa misura sulla popolazione sarebbe stato minimo.

Giovanni Rapanà, consigliere di città, distretto R.d.P.
Foto cortesia

Fin dai miei primi incontri con la STM – prosegue il consigliere Rapanà - ho manifestato la mia perplessità circa la creazione di una tale corsia in quanto, in realtà, non c'è un traffico tale che ne giustifichi la presenza. Inoltre, alcuni residenti hanno messo in evidenza il fatto che l'installazione di una corsia preferenziale toglierebbe numerosi spazi di parcheggio a coloro che non hanno un garage costringendo i cittadini a parcheggiare la mattina da un lato della strada e il pomeriggio dall'altro. Per non parlare della neve. Dove metterla, quando non è più possibile accumularla negli spazi privati, se non nella strada ovvero nella zona riservata alla corsia preferenziale con il rischio di prendersi una multa?

Tenendo presenti questi problemi, trasmessi alla STM, e da me segnalati alla sindaca di R.d.P.-P.a.T., Chantal Rouleau, – continua il consigliere - siamo arrivati alla conclusione che sarebbe stato necessario creare delle zone di "relâchements", delle zone di interruzione della corsia preferenziale in modo da consentire il parcheggio delle auto. Ma, all'inizio di settembre la STM ha iniziato la preparazione della corsia preferenziale senza tenere conto di tali problemi, corsia che è diventata effettiva all'inzio di ottobre. Io e la mia collega Nathalie Pierre Antoine non siamo, in principio, contro il progetto e, ovviamente, contro la possibilità di migliorare il trasporto pubblico, ma bisogna tener conto dei problemi che questo progetto crea ai cittadini. Per questo, il 2 ottobre scorso, abbiamo presentato al Consiglio di arrondissement, una mozione nella quale chiediamo di sospendere temporaneamente il progetto il tempo necessario per porre in essere le misure relative alle zone di "relâchements" e abbiamo chiesto alla sindaca di convocare un consiglio straordinario in modo che tutti possano pronunciarsi su questa mozione.

 

Cercasi nuovo sindaco

Essendo stata eletta nelle file della CAQ alle elezioni provinciali del 1° ottobre scorso, la sindaca di R.d.P.-P.a.T., Chantal Rouleau, rimarrà in carica fino al giuramento come deputata dell'Assemblea Nazionale. Ciò significa che ben presto, la sindaca di Montréal, Valérie Plante, indirà le elezioni per eleggere il nuovo sindaco di R.d.P-P.a.T. Interrogato sulla possibilità di partecipare a tale corsa Giovanni Rapanà ha detto: «Al momento tutte le opzioni sono aperte. Io ho manifestato la mia volontà a mettere sul tavolo tale opzione, poi vedremo se ci saranno le condizioni per andare avanti. Le elezioni dovrebbero tenersi prima di Natale».