Sections

Sempre al fianco della comunità italiana


Pubblicato il 5 giugno 2018

Il comitato organizzatore del torneo: Antonio Sciascia, Franco Palermo, Josie Verrillo, Mariano De Carolis, Pino Asaro

©Foto Sara Barone

L'ottava edizione del Torneo di Golf del CNIC

Sotto la presidenza d'onore di Mariano de Carolis, direttore generale della Cassa Popolare Desjardins, si è tenuta, il 23 maggio scorso, presso il Club de golf Métropolitain, ad Anjou, l'ottava edizione del Torneo di golf del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi (CNIC), Regione Québec.

Favoriti da una bellissima giornata di sole il torneo e la cena hanno visto la partecipazione di oltre 140 persone. «Questo importante avvenimento – ha spiegato il presidente del Congresso Tony Sciascia -  rappresenta, insieme alla Settimana Italiana, la principale forme di finanziamento del nostro organismo i cui compiti sono quelli di promuovere la lingua e la cultura italiana e di difendere, in tutte le sedi, il buon nome e gli interessi della nostra comunità. Ogni qualvolta il nome "italiano" viene associato a parole come "mafia" o "crimine" è nostro dovere intervenire per far cessare, soprattutto da parte di alcuni media locali, l'uso di questi stereotipi negativi nei nostro confronti. In passato abbiamo ottenuto delle scuse come quelle, ad esempio della GRC, ma dobbiamo continuare a vigilare.

Un altro punto importante sul quale bisogna insistere – continua Sciascia - è la promozione, ad ampio raggio, della lingua e della cultura italiana. Non bastano più le scuole del sabato mattina, gli scambi culturali, la promozione del "Made in Italy" che pure è importantissima. Dobbiamo andare oltre se vogliamo che i nostri figli e nipoti conservino l'uso della nostra lingua altrimenti rischiamo di farci assimilare e, da qui a 50 anni, di scomparire in quanto comunità italiana. È necessario che il governo italiano adotti una politica culturale robusta con concreti appoggi finanziari; è necessario negoziare con le autorità locali affinché l'italiano venga insegnato nelle scuole primare e secondarie come lingua seconda. Inoltre, bisognerebbe favorire una maggiore apertura dell'emigrazione italiana in Canada e nel Québec. Ci sono tanti giovani italiani qualificati ma disoccupati, perché non farli venire qui in modo che possano trovare un lavoro e, allo stesso tempo, contribuire alla diffusione della lingua italiana?»

Come accennato in precedenza, una delle attività principali del Congresso è l'organizzazione della Settimana Italiana che quest'anno si terrà dal 3 al 12 agosto sempre in diversi punti della nostra città, nella zona della Piccola Italia e a Laval. «Grazie al prezioso appoggio dei tre livelli governativi – ha aggiunto Sciascia – saremo in grado di offrire una Settimana più bella che mai. Pensavamo di poter offrire qualche spettacolo nella zona di Place des Arts dove si svolgono i grandi festival estivi ma per quest'anno non sarà possibile. La Regione protagonista sarà la Toscana e, come è ormai consuetudine, la Settimana si concluderà con l'opera all'aperto, la Bohème, di Giacomo Puccini».