Sections

Tutta la bontà della pizza al taglio di Roma


Pubblicato il 19 giugno 2018

Lo chef Gabriele Valdès e il proprietario di "Ricolta" Daniel Noiseaux

©Foto Fabrizio Intravaia

Daniel, Gabriele e la pizzeria "Ricolta"

Da sempre la pizza tonda è uno dei piatti vincenti della cucina italiana. A Montréal è ormai possibile mangiarla in tutte le "salse". Ma c'è un tipo di pizza, quella al taglio, tipica di Roma, che è ancora relativamente poco diffusa.

Èd è proprio su questo nuovo concetto che punta Daniel Noiseux, proprietario dei tre ristoranti "Pizzaiolle" di Montréal. «Nel mio ultimo viaggio a Roma – spiega Daniel, che ha aperto la sua prima pizzeria-ristorante nel 1981 – mi sono convinto che c'è un avvenire molto promettente per sviluppare il concetto della pizza al taglio così come si trova ai quattro angoli della Capitale italiana.  Così ho deciso di tentare l'avventura anche qui a Montréal con la pizzeria al taglio "Ricolta", nella zona del Vecchio Porto (2, rue de la Commune), accanto al Centro delle Scienze, che aprirà i battenti venerdì 22 giugno.

Voglio portare il concetto romano della pizza in teglia utilizzando, per quanto possibile, materie prime locali, a cominciare dalle farine, per proseguire con gli altri ingredienti, dalle verdure fresche al formaggio, al pomodoro. E per rendere il tutto ancora più "appetibile", ho pensato di ricorrere al savoir-faire di uno chef italiano, Gabriele Valdès che è venuto a Montréal proprio per formare i pizzaioli che si occupano di "Ricolta"».

Perché questo nome?

«È la versione antica della parola "raccolta". Ho scelto questo nome – afferma Daniel - proprio per dare il senso di una cosa genuina, buona, fatta con prodotti freschi di "raccolta". Offriremo una decina di tipi di pizza al taglio differenti, la rotazione delle ricette dipenderà anche dai prodotti freschi disponibili in quel momento sul mercato. Ma non è tutto perché oltre alla pizza vogliamo offrire anche il gelato, pochi sapori, diciamo 6, ma anche qui freschi e genuini, fatti rigorosamente da noi. Pizza e gelato, un'accoppiata vincente, estiva, pratica, veloce, genuina, per passare una bella serata all'aria aperta passeggiando per Montréal».  

 

Prima di tutto la semplicità!

Anche Gabriele, nato a Cagliari e ritornato ad abitare in Sardegna dopo aver studiato la cucina a Roma per diversi anni, è dello stesso parere: «Idea e savoir-faire italiano, prodotti locali; il programma di Daniel è molto interessante e può dare degli ottimi risultati. Ho cercato di portare la mia idea di pizza, pizza di qualità, fatta bene, in maniera rigorosa, senza compromessi. La pizza in teglia – aggiunge - è molto comoda da vendere, ha un "appeal" incredibile, è esposta nel bancone davanti ai tuoi occhi, è bella da vedere e buona da mangiare perché è qualcosa di leggero, di simpatico, di piacevole, non è impegnativa, puoi fare una passeggiata e mangiartela, portartela a casa e scaldarla, pizza con patate, pizza bianca con la mortadella, la margherita, sembrerà proprio di essere a Roma! Io sono per la semplicità, non amo le accozzaglie di  ingredienti fatti per stupire, ogni ingrediente ha le sue caratteristiche, l'importante è trovare il giusto equilibrio».

Se vi trovate, quindi, a fare una passeggiata nella zona del Vecchio Porto, e avete voglia di uno spuntino, non dimenticatevi di "Ricolta" e vi sentirete ... a Roma!