Sections

Grande Vettel e grande Ferrari... nel ricordo di Villeneuve


Pubblicato il 12 giugno 2018

Sebastian Vettel sul podio di Montréal

©ANSA

GP del Canada: 50° vittoria in carriera per il pilota della "Rossa"

Al volante con Pino Asaro

p.asaro@lubital.ca

 

Al cospetto di un circuito al colmo della capienza, Sebastian Vettel si è aggiudicato il Gran Premio del Canada edizione 2018, al termine di una gara che, per una volta, possiamo giudicare perfetta sotto tutti i punti di vista.

Ottenuta la pole position con un giro di anticipo sui rivali, incapaci di fare meglio del tedesco, si profilava una corsa  sicuramente alla portata delle Rosse. È così che Vettel ha costruito un successo netto che non ha lasciato scampo alla competizione. Il tedesco si riprende la leadership del mondiale anche se solo per un punto davanti all’inglese Lewis Hamilton finito solamente quinto.

Ma veniamo alla cronaca. Partenza perfetta per Vettel, seguono  Bottas, Verstappen ed Hamilton, mentre Raikkonen si fa sorprendere da Ricciardo. Nel frattempo dalle retrovie all’uscita della curva 4, il "nostro" Lance Stroll si allarga più del dovuto con la Toro Rosso di Hartley che finisce contro la barriera di cemento. Entrambi sono costretti all’abbandono e "safety car" in pista ancora prima che finisse il primo giro.

Alla ripartenza è sempre Vettel che prende il largo su Bottas, Verstappen, Hamilton, Ricciardo e Raikkonen. Intanto Leclerc, partito 13° al volante della Sauber Alfa Romeo, al 15° giro è già settimo dopo i primi stop per gomme e sorpassi da veterano.

Dal 16° giro iniziano le soste ai box per cambiare le gomme, per Verstappen, seguito da Hamilton, e un giro dopo, da Ricciardo. Dobbiamo attendere il 32° giro per Raikkonen che monta le gomme supersoft come d’altronde hanno fatto tutti coloro lo hanno preceduto.

Vettel continua a mantenere il vantaggio su Bottas che oscilla tra 3 e 6 secondi a metà gara. Altro segnale positivo per la Ferrari è il miglior tempo sul giro da parte di Raikkonen. Bottas si ferma al 38° giro e rientra davanti a Verstappen sempre in seconda posizione. Vettel si ferma al giro seguente con un nuovo set di supersoft e riprende il comando con un comodo vantaggio di 8 secondi. Alle spalle dei primi due, Raikkonen scalpita dietro ad Hamilton che, a sua volta è due secondi dietro a Ricciardo. Alonso è costretto al ritiro al 43° giro per noie al motore, sicuramente non la fine auspicata per il suo 300° Gran premio della carriera. Dopo un ora di gara e 46 giri compiuti Hamilton si stacca da Raikkonen e si avvicina a vista d’occhio a Ricciardo il cui vantaggio è adesso di meno di due secondi.

A 15 giri dalla fine dei 70 in programma, Bottas riduce lo svantaggio su Vettel come pure Hamilton su Ricciardo, con Verstappen sempre più solido in terza posizione. Risposta immediata da parte di Vettel che al 60° giro realizza il miglior tempo e si riporta a oltre 7 secondi da Bottas. Per il Ferrarista quadruplo campione del mondo si prospetta la sua seconda vittoria in Canada ed il suo 50° successo in carriera.

Vittoria che non sarà mai messa in discussione alla fine di una gara condatta magistralmente dall’inizio alla fine davanti a Bottas al volante della Mercedes, Verstappen con la Red Bull Renault, autore di una gara sempre d’attacco e del miglior tempo sul giro a cinque giri dalla fine.

Al quarto posto il recente vincitore del GP di Monaco l’austro-italiano Daniel Ricciardo che ha resistito agli attacchi di Hamilton finito alle sue spalle. A 4 secondi l’altra Ferrari di Raikkonen. Ad un giro dai primi sei, la coppia Renault  Hulkenberg e Sainz, rispettivamente settimi e ottavi a precedere al traguardo il francese Ocon della Force India e la sensazione 2018, Charles Leclerc, ancora ai punti al volante della Sauber Alfa Romeo.

Gara tutto sommato monotona ma per chi ama le Rosse non c'è stato niente di cui annoiarsi, specie nelle battute finali, o addirittura ad un giro dalla fine quando una certa Winnie Harlow, canadese, di professione modella, ha sventolato la bandiera a scacchi quando ancora mancava un giro alla fine. Fortuna che dai box, tutti i team hanno comunicato via radio ai piloti di spingere perché mancava ancora un giro. Succede anche questo!  

 

Un vittoria che mancava dal 2004

Ma ecco Vettel, il grande  protagonista, con un commento a caldo: «Ovviamente è una grande soddisfazione vincere qui in Canada, su un circuito che porta il nome di Gilles Villeneuve, il pilota preferito da Enzo Ferrari. Il figlio Jacques ha aperto la sfilata dei piloti alla guida della T3 con la quale il padre Gilles ha vinto 40 anni fa. È stato un momento veramente emozionante. Non poteva esserci regalo migliore per i tanti tifosi italiani presenti qui a Montréal! E poi la vittoria della Ferrari qui a Montréal mancava dal 2004 quando vinse Schumacher. Grazie alla squadra che dopo la difficile giornata di venerdì mi ha fornito una macchina perfetta sia in qualifica che in gara. Grazie anche agli ultimi aggiornamenti della power unit possiamo dire di essere su una buona strada. Comunque oggi mi sono veramente divertito. Grazie ragazzi, grazie ai nostri tifosi e grazie a Montréal», ha detto Vettel nel dopo gara.

Sotto il podio, in compagnia del nostro Ambasciatore Taffuri e di suo figlio, abbiamo cantato l’inno di Mameli insieme ai meccanici Ferrari e alle decine di migliaia d’italiani presenti. Prossima gara il GP di Francia a Le Castelet reinserito in calendario dopo un assenza di 10 anni.

 

CLASSIFICA PILOTI

 

S. Vettel (Ferrari) p. 121

L. Hamilton (Mercedes) p. 120

V. Bottas (Mercedes) p. 86

D. Ricciardo (Red Bull)  p. 84

K. Raikkonen (Ferrari) p. 68

M. Verstappen (Red Bull) p. 50

F. Alonso (McLaren) p. 32

N. Hulkenberg (Renault) p. 32

C. Sainz (Renault) p. 24

K. Magnussen (Haas) p. 19

P. Gasly (Toro Rosso) p. 18

S. Perez (Force India) p. 17

E. Ocon (Force India) p. 11

C. Leclerc (Sauber) p. 10

S. Vandoorne (McLaren) p. 8

L. Stroll (Williams) p. 4

M. Ericsson (Sauber) p. 2

B. Hartley (Toro Rosso) p. 1

 

CLASSIFICA COSTRUTTORI

 

Mercedes p. 206

Ferrari p. 189

Red Bull  p. 134

Renault p. 56

McLaren p. 40

Force India p. 28

Haas p. 19

Toro Rosso p. 19

Sauber p. 12

Williams p. 4