Altri sport

Kiara Quieti ai Giochi del Canada 2019

Nuoto sincronizzato

Kiara in azione durante la competizione di Toronto del luglio scorso durante la quale la squadra del Québec ha vinto due medaglie d’oro

DanRobichaud.Zenfolio.com

Più di 3600 atleti, provenienti da tutto il Canada, parteciperanno, dal 15 febbraio al 3 marzo 2019, a Red Deer, in Alberta, ai Giochi d’inverno del Canada 2019, un evento che si svolge ogni 4 anni come le Olimpiadi.

Tra gli atleti che si cimenteranno in 19 discipline sportive troviamo anche Kiara Quieti, 16 anni, residente a Saint-Léonard, che farà parte della squadra di nuoto sincronizzato del Québec composta da 10 ragazze.

Studentessa della quinta secondaria della Lester B Pearson High School (programma “Sport-studi”), Kiara, i cui genitori sono d’origine italiana, è al suo secondo anno nella categoria junior della squadra Montréal Synchro.

Per arrivare a far parte della squadra del Québec è passata attraverso un lungo e difficile processo di selezione: test di nuoto, di forza fisica, di flessibilità, ginnastica, esercizi in acqua singoli e con le compagne, con musica e senza musica, 8 mesi di allenamenti intensi, anche durante i fine settimana, allo Stadio olimpico o al Parco Jean-Drapeau e diverse competizioni come quella di luglio scorso a Toronto, il “Sync Invitational”, dove il Team Québec di cui fa parte ha vinto la medaglia d’oro nelle categorie “Team Tech” e “Free Routines”.

Le giornate di Kiara, che ha inziato a praticare questo sport all’età di 8 anni, non finiscono mai; la scuola la mattina, poi 5 ore di allenamento per 5 giorni a settimana con la Montréal Syncro e durante il fine settimana diverse altre  ore di allenamento con il Team Québec.

 

Una questione di equilibrio

Abbiamo chiesto a Kiara come vive questo momento, ciò che la motiva e come riesce a trovare il tempo necessario per conciliare le sue attività.

«Sono molto contenta – risponde la giovane atleta –  perché il mio obiettivo per quest’anno era di far parte della squadra del Québec e per il prossimo anno … di vincere i Giochi! Lavoro veramente forte ma ne vale la pena. Già da diversi anni sono riuscita a trovare un equilibrio nella mia vita tra la scuola, i compiti, gli allenamenti, il tempo passato con la famiglia, il riposo e un po’ di vita sociale. Mi sono abituata a questo orario ed a non avere molto tempo libero; è diventata un’abitudine e ormai non penso nemmeno più al fatto che le mie giornate sono così lunghe.

Ciò che mi motiva a fare tutto questo – aggiunge Kiara – è la possibilità di allenarmi con le altre ragazze perché tra di noi c’è una bella intesa, ci divertiamo anche molto e ci rendiamo conto che con gli allenamenti possiamo migliorare giorno dopo giorno».

Brava Kiara e soprattutto: in bocca al lupo!

 

La Rédaction


Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sponsored Posts