Dal Mondo

Erosione e batteri, il Titanic sta lentamente scomparendo

Erosione e batteri, il Titanic sta lentamente scomparendo
Photo: AnsaUn,immagine di quello che resta del Titanic

Affondato oltre 100 anni fa si trova a 3800 metri di profondità

Ansa – TERRANOVA – Erosione, batteri, flora e fauna sottomarina, correnti profonde: il Titanic, affondato 107 anni fa nell’Oceano Atlantico settentrionale causando la morte di più di 1500 persone, sta lentamente scomparendo. Lo testimonia un video girato da Atlantic Productions per un documentario e girato in 4K da un team di sub tornati a ispezionare l’enorme piroscafo a 14 anni di distanza dall’ultima volta.

Parti dell’enorme struttura, in particolare dello scafo dove si trovavano i lussuosi alloggi degli ufficiali, sono già collassate a causa dello scorrere del tempo.

“Il deterioramento della nave – dice lo storico del Titanic Park Stephenson, che ha partecipato assieme all’esploratore Victor Vescovo alla missione guidata da Rob McCallum – è choccante e continuerà ad avanzare. La vasca da bagno del Capitano, una delle immagine preferita tra gli appassionati di Titanic è scomparsa…”.

Il Titanic andò a picco nel 1912 – nel suo viaggio inaugurale da Southampton a New York – dopo aver colpito un iceberg. Delle 2.223 persone a bordo, ben 1.517 persero la vita. È “sepolto” a quasi 4000 metri di profondità a circa 370 miglia (596 km) a sud di Terranova in Canada.

Il filmato, girato da Atlantic Productions che produce documentari per 40 Paesi e è stata premiata con Emmy e Bafta, consentirà anche di visualizzare il relitto usando la realtà aumentata e la realtà virtuale.