Dal Mondo

Un secolo di storia a cinque cerchi

 

Dal 27 luglio al 12 agosto Londra ospiterà la 30a Olimpiade moderna, 116 anni dopo la prima edizione di Atene. Mentre lo spirito dei Giochi è rimasto lo stesso, oggi lo spettacolo è globale diffuso in oltre 200 paesi con 10.000 atleti in gara in 26 sport diversi – numeri ben lontani da quelli dell’esordio del lunedì di Pasqua del 1896, con sole 8 discipline e gare disputate in 10 giorni. Nell’arco di un secolo le Olimpiadi estive si sono elevate verso un incredibile successo atletico e culturale.  Da Connolly, studente britannico vincitore nel 1896 del triplo ad Atene e passato alla storia come prima medaglia d’oro dell’era moderna, alla drammatica e indimenticabile maratona di Londra di Dorando Pietri. Dagli oridi Owens a Berlino davanti a Hitler ai magici 200 metri di Berruti a Roma, dai sette ori di Spitz e all’attacco terroristico a Monaco al doping di Ben Johnson a Seul. E poi i boicottaggi, le proteste (prime fra tutte il pugno nero alzato sul podio di Messico ’68 da Smith e Carlos), fino al Muhammad Alì malato che con mano tremante accende il tripode di Atlanta e commuove il mondo. Tanti i flash, i momenti di gloria di oltre cento anni di storia a cinque cerchi.Una lunga cavalcata nel segno dellosport e della pace fra i popoli nata dall’idea di un nobilefrancese, il barone Pierre de Coubertin. Appassionato della storia dell’antica Grecia, il pedagogo francese alla fine del19/o secolo, pensò di proporre una versione moderna dei Giochiche, dal 776 avanti Cristo al 393 dopo Cristo, avevano rappresentato un’occasione di confronto, non solo sportivo. L’’dea cominciò a diffondersi in Europa: archeologi francesi e tedeschi, lavorando attorno alle rovine di Olimpia, riportarono alla luce il vecchio stadio, i luoghi sacri dove venivano celebrate feste in onore di Giove. Il 25 novembre 1892,a 29 anni, Pierre de Fredi, barone de Coubertin, lanciò il suo appello e quasi due anni più tardi (23 giugno 1894) a Parigi, durante il primo congresso olimpico, al quale parteciparono 15 membri, propose di far rinascere i Giochi e lanciò quello che è ancora oggi il motto del Comitato Olimpico Internazionale(Cio): citius, altius, fortius (più veloce, più alto, più forte). Naturalmente, come prima sede, fu scelta Atene. Il progetto prese forma nel 1896 con il nome di ”Giochi olimpici”. La cadenza sarebbe stata di 4 anni, seguendo il calendario lunare dell’antica Grecia.

 

 

 

Un po’ di storia

 

 

 

1896 Prime Olimpiadi dell’era moderna con 245 atleti provenienti da 14 paesi.

 

1900 Debuttano le donne all’ Olimpiade con 11 concorrenti in tennis e golf.

 

1904 Introdotte le medaglie: prima gli atleti erano premiati con corone d’ulivo e rami d’alloro.

 

1916 Giochi annullati a causa alla Prima Guerra Mondiale.

 

1920  Compare il simbolo olimpico dei cinque anelli.

 

 1932  La Grande Depressione e le spese di viaggio a Los Angeles dimezzano i partecipanti; i Giochi durano 16 giorni quando in precedenza ne impegnavano almeno 79.

1936 Hitler dichiara che le solo persone di razza ariana possono partecipare ai Giochi di Berlino.

 

1948 Le Olimpiadi riprendono dopo 12 anni di assenza a causa della Seconda Guerra Mondiale; la Germania e il Giappone non sono invitati.

 

 

 1972– Otto terroristi palestinesi penetrano nel Villaggio Olimpico, prendono in ostaggio 11 israeliani e li uccidono, in quello che sarà ricordato come “Il massacro di Monaco”.

 

 

 1980 –60 nazioni, tra cui gli Stati Uniti, boicottano i Giochi di Mosca in segno di protesta contro l’invasione sovietica dell’Afghanistan.

 

1984- I sovietici e alcuni alleati rifiutano di prendere parte alle Olimpiadi di Los Angeles.

 

1988  Il canadese Ben Johnson stabilisce il record del mondo nei 100m, vince la medaglia d’oro che gli viene successivamente revocata per positività al test antidoping.

 

1996 Una bomba nel Centennial Olympic Park di Atlanta uccide una persona e ne ferisce 111.

 

2004  I Giochi tornano a casa, ad Atene.

 

2012 Londra diventa la prima città ad ospitare un’Olimpiade estivatre volte dopo quella del 1908 e del 1948

 

 

 

 

 

 

 

Commenti 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *