Italia
15:54pm19 gennaio 2021 | mise à jour le: 19 gennaio 2021 à 15:54pmReading time: 3 minutes

Procida sarà la Capitale italiana della cultura per il 2022

Procida sarà la Capitale italiana della cultura per il 2022
Photo: AnsaUna veduta dell'isola di Procida. L'isola del golfo di Napoli sara' capitale italiana della cultura per l'anno 2022

Parma confermata anche per il 2021

Ansa – Procida è la Capitale italiana della cultura per l’anno 2022. È stata proclamata da una giuria presieduta dal prof. Stefano Baia Curioni dopo l’esame dei 10 progetti presentati dalle città che si sono candidate. Si erano proposte: Ancona, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo (Treviso), Taranto, Trapani, Verbania Lago Maggiore e Volterra.

«È un anno complicato per tutti, stiamo cercando di sostenere in ogni modo le attività culturali e turistiche e la designazione della capitale italiana della cultura per il 2022 è un segnale per il futuro, la ripresa. Nel 2022 saremo tornati alla normalità e la cultura e il turismo torneranno importanti e fortissimi come lo erano prima della pandemia», ha detto il ministro per i Beni Culturali e il Turismo Dario Franceschini aprendo la cerimonia della proclamazione tra le 10 città candidate.

Il ministro, che ha fatto i complimenti a Procida e al sindaco che era in collegamento, ha sottolineato come «l’ideazione della capitale italiana della cultura che risale al 2014, determina un percorso di valorizzazione di tutte le città al di là della vincitrice, mettendo in moto un meccanismo virtuoso e attrattivo, come per i candidati all’Oscar».

 

Parma Capitale anche per il 2021

Il titolo di Capitale italiana della cultura viene conferito per la durata di un anno e la città vincitrice riceve un milione di euro per la realizzazione del progetto.

Dalla sua istituzione il titolo è stato assegnato: nel 2015, alle Città di Cagliari, Lecce, Perugia, Ravenna e Siena; nel 2016, a Mantova; nel 2017, a Pistoia, nel 2018, a Palermo. Parma è la Capitale italiana della cultura per il 2020 e 2021, il titolo le è stato prorogato dal Dl Rilancio che ha anche proclamato, in segno di solidarietà, Bergamo e Brescia Capitali italiane della Cultura per il 2023.

Una veduta del Duomo e del Battistero di Parma

Parma ha mantenuto dunque il titolo di Capitale Italiana della Cultura anche nel 2021. A causa dell’emergenza coronavirus, Parma ha infatti dovuto sospendere tutte le attività e le iniziative legate alla nomina.

Ma la città non si è mai arresa. “Quanto tutto è o pare perduto semplicemente bisogna mettersi all’opera e ricominciare dall’inizio”: queste le parole del sindaco Federico Pizzarotti che ben racchiudono lo spirito della città. “Parma Capitale Italiana della Cultura 2021 rappresenta una decisione giusta e lungimirante: la città e la sua gente hanno lavorato tanto per creare un anno della cultura all’altezza delle aspettative del Paese, avevamo una gran voglia di dimostrare tutto il potenziale di Parma. Ce l’abbiamo tuttora: nel 2021 torneremo ancora più forti. La cultura continuerà a battere il tempo e a essere metronomo della nostra crescita”.

Per tutte le informazioni sull’evento:

https://parma2020.it/it/