Italia
20:25pm29 agosto 2022 | mise à jour le: 29 agosto 2022 à 20:25pmReading time: 2 minutes

La gioia della Fondazione Migrantes per la canonizzazione del Vescovo Scalabrini

La gioia della Fondazione Migrantes per la canonizzazione del Vescovo Scalabrini
Photo: AiseMonsignor Giovanni Battista Scalabrini

Aise – “La Fondazione Migrantes si unisce alla gioia degli Scalabriniani e delle Scalabriniane, delle Diocesi di Como e Piacenza-Bobbio e di tutta la Chiesa Italiana per la canonizzazione di Monsignor Giovanni Battista Scalabrini, che sarà a Roma il 9 ottobre”.

Così Monsignor Gian Carlo Perego, Presidente Fondazione Migrantes, in una nota in cui ricorda che il Vescovo Scalabrini, “oltre che Pastore della propria Chiesa di Piacenza per oltre trent’anni, è stato un Pastore dei migranti nelle Americhe, che raggiunse in due viaggi”.

Insieme all’amico Vescovo di Cremona, Monsignor Geremia Bonomelli, ricorda Perego, Scalabrini fu il primo a “considerare l’importanza del camminare della Chiesa con i migranti”.

Scalabrini “realizzando una Congregazione di religiosi per le Americhe e un gruppo di sacerdoti diocesani”, mentre Bonomelli “per l’Europa e l’Asia minore”.

In una Conferenza al Convegno dell’Opera dei Congressi di Ferrara, nel 1899 il Vescovo Scalabrini affermava: “Emigrano i semi sulle ali dei venti, emigrano le piante da continente a continente portate dalle correnti delle acque, emigrano gli uccelli e gli animali, e, più di tutti emigra l’uomo, ora in forma collettiva, ora in forma isolata, ma sempre strumento di quella Provvidenza che presiede agli umani destini e li guida, anche attraverso le catastrofi, verso la meta ultima, che è il perfezionamento dell’uomo sulla terra e la gloria di Dio ne’ cieli” (L’emigrazione degli operai italiani, Ferrara, 1899).

L’emigrazione, rimarca Perego, “è una costante nella storia e nella vita dell’uomo di ieri e di oggi. Il Vescovo Scalabrini vede poi nella dispersione geografica degli individui e dei popoli il lento cammino della storia umana verso l’unità di una sola famiglia: “si va maturando quaggiù un’opera ben più vasta, ben più nobile, ben più sublime: l’unione in Dio per Gesù Cristo di tutti gli uomini di buon volere…” (Discorso al Catholic Club di New York, 15.10.1901).

Una sola famiglia umana, un mondo fraterno è il cammino che ci indica oggi il Magistero della Chiesa, in particolare l’enciclica Fratelli tutti di papa Francesco”.

“Se la Santa Cabrini è stata proclamata la Madre degli emigranti, Scalabrini Santo può essere considerato il Padre degli emigranti: una madre e un padre che – conclude Perego – accompagnano anche il cammino dei migranti di oggi”.

 

More Like This