Italia
16:16pm11 gennaio 2023 | mise à jour le: 11 gennaio 2023 à 16:16pmReading time: 3 minutes

Consumi, Coldiretti: +20% d’Italia sulle tavole del mondo

Consumi, Coldiretti: +20% d’Italia sulle tavole del mondo
Photo: Foto iStockIl Prosecco, vero e proprio simbolo del Natale italiano all’estero

La Dieta Mediterranea resta un modello da seguire

 (NoveColonneATG) Roma – È record storico per l’export Made in Italy alimentare sulle tavole delle festività di tutto il mondo, spinto da vini, spumanti, grappa e liquori, panettoni, formaggi, salumi ma anche caviale tricolore, che solo per il periodo di Natale e Capodanno raggiunge i 5,3 miliardi di euro, in aumento del 20% rispetto allo scorso anno.

È quanto emerge dal bilancio della Coldiretti sulla base delle proiezioni su dati Istat del commercio estero relative al mese di dicembre 2022. Ad aumentare a doppia cifra, sottolinea la Coldiretti, è il valore delle esportazioni di tutti i prodotti più tipici delle feste, dallo spumante (+23%), trainato dal Prosecco (+26%) vero e proprio simbolo del Natale italiano all’estero, ai panettoni (+13%), ma ad essere richiesti sono anche il caviale Made in Italy, che fa segnare una crescita sui mercati internazionali del +26%, e sempre più gettonate sono anche le paste farcite tradizionali del periodo freddo, come i tortellini e i cappelletti (+13%).

In salita pure la domanda di formaggi italiani che fanno registrare un aumento in valore delle esportazioni del 18%, così come quella di prosciutti, cotechini e salumi (+7%).

 

Centinaio: «Il mondo chiede più cibo italiano»

 (NoveColonneATG) Roma – “Tutto il mondo sa che mangiare e bere italiano è una garanzia di qualità e di bontà. In occasione delle ultime feste, abbiamo esportato il 20% in più dei nostri prodotti enogastronomici rispetto allo scorso anno. È la dimostrazione che possiamo e dobbiamo investire con sempre più convinzione per valorizzare questo patrimonio e proteggerlo da chi pratica concorrenza sleale”. Lo afferma il vicepresidente del Senato Gian Marco Centinaio della Lega, commentando i dati pubblicati da Coldiretti. “Il Made in Italy può continuare a crescere grazie alla ricerca, al sostegno al lavoro dei giovani agricoltori, alla trasparenza su provenienza e caratteristiche dei prodotti. Questo è il futuro che vogliamo sulle nostre tavole e che il resto del mondo ci chiede, altro che insetti e carne sintetica”, conclude Centinaio.

 

Storia e tradizioni

“Chi vuole introdurre nella propria alimentazione gli insetti lo faccia, noi continuiamo a preferire i prodotti dei nostri territori, che hanno una storia e tradizioni centenarie e che hanno reso l’Italia uno dei paesi con l’agricoltura e la zootecnia più sostenibili al mondo e con l’aspettativa di vita tra le più alte”. Così il sottosegretario di Stato al Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Luigi D’Eramo, commentando la pubblicazione in Gazzetta europea del regolamento che autorizza l’immissione sul mercato di grillo domestico in polvere come nuovo alimento. “Nulla dimostra che la difesa dell’ambiente e una migliore salute possano passare attraverso ‘novel food’ o cibi sintetici. Per noi – conclude il sottosegretario – restano vincenti la Dieta Mediterranea e il nostro Made in Italy agroalimentare, sinonimo di qualità, e sempre più apprezzato e richiesto, come confermano anche gli ultimi dati delle esportazioni in crescita costante”.

 

 

 

More Like This