Italia

Paolina, la più bella sei tu!

È Paolina Bonaparte in Borghese (la sorella di Napoleone), scolpita magistralmente da Antonio Canova la donna più sensuale dell’arte: lo ha decretato un selezionato campione di italiani che la Fondazione Marilena Ferrari ha chiamato ad esprimersi su un “ventaglio” di ben 120 opere scelte tra capolavori e lavori meno conosciuti dove la bellezza femminile, grazie alle sapienti mani di pittori e scultori italiani entrati nella storia, raggiunge i suoi più alti livelli. La figura femminile che pi�� piace agli italiani è dunque una “celebrità” vecchia di duecento anni. Una signora di marmo semidistesa e seminuda, una Venere Vincitrice scolpita da Canova quando la donna aveva 25 anni. È una bellezza classica e molto conosciuta che attira ondate di scolaresche in gita culturale alla Galleria Borghese di Roma.

   La ricerca ”Gli italiani e la bellezza”, curata dal Censis aveva l’obiettivo di interpretare, attraverso la potenza delle immagini d’arte, il ruolo della bellezza femminile nella società italiana. Nella ricerca sorprende che “Afrodite al bagno” sia arrivata solo settima e tutte le Veneri “generose” siano nella parte alta della classifica: dato che conferma come le forme vere vincono su quelle che i media considerano “perfette”.

   Per “il gioco della bellezza”, esperti dell’arte e dei consumi di massa hanno selezionato 120 “campionesse” dall’antichità all’800, viste e riviste su libri, pubblicità e t-shirt e le hanno sottoposte ad un campione di 1.032 persone tra i 25 e i 64 anni.  Tra le prime venti  scelte nella lista, la metà sono ritratti di “Venere”: Tiziano, Botticelli, Giorgione ecc.

   La seconda miss classificata, dopo Paolina, è “Venere Callipigia” del Museo Archeologico di Napoli, apprezzata dal 70,4% dei maschi.

   Al terzo posto l’ “Odalisca” di Francesco Hayez. Una curiosità: Paolina è stata votata più dalle donne che dagli uomini. Un’altra bellezza super celebrata nel mondo dell’arte, come, la “Monna Lisa” di Leonardo da Vinci, ha ottenuto “solo” il 62° posto.

A margine dell’inziativa è stato anche inaugurato un sito internet (www.atlantedellarteitaliana.it) per ammirare le immagini raffiguranti ben 14mila opere italiane di 1700 autori diversi. La consultazione del sito è gratuita e si tratta del sito più ricco sull’arte italiana presente sul web.

Ansa