Quebec
13:02pm14 ottobre 2021 | mise à jour le: 14 ottobre 2021 à 13:06pmReading time: 3 minutes

L’arte come un mezzo per celebrare una vita

L’arte come un mezzo per celebrare una vita
Photo: Foto Mathieu PerronLa Galleria d’arte Eternita

Inaugurata la Galleria d’arte “Eternita” presso il Complesso funerario St-François D’Assise Urgel-Bourgie

 

Integrare una porzione delle ceneri del defunto in un’opera d’arte da collocare dove lo riterrete più opportuno.

Questo l’inedito concetto di “Eternita”, un’impresa quebecchese fondata tre anni fa da Magali Mansion, Amélie Bonin ed Eric Pruneau, che offre i suoi servizi artistico-commemorativi presso tutte le succursali del gruppo “Athos” di cui Urgel Bourgie fa parte.

L’inaugurazione della sola galleria d’arte “Eternita”, situata presso il Complexe St-François d’Assise, il 6 ottobre scorso, avvenuta con un anno e mezzo di ritardo a causa della pandemia, è stata l’occasione per scoprire questo modo davvero singolare di rendere omaggio ad un proprio caro deceduto al quale finora hanno aderito una sessantina di clienti.

«Eternita – ha spiegato Magali Mansion – è nata da una circostanza, dall’emozione di una persona amante dell’arte che aveva appena perso il padre. Tale persona ha chiesto ad un artista, un nostro amico comune, se se la sentisse di dipingere un quadro alla memoria del defunto, integrando un po’ delle ceneri del padre, un modo per rendere comunque omaggio alla sua vita.

I tre proprietari di Eternita: Amélie Bonin, Magali Mansion ed Eric Pruneau

Cosi’ è nato il concetto di “Eternita” al quale hanno aderito una decina di artisti che hanno accettato di fare parte di questo nuovo progetto. L’artista – continua la proprietaria di Eternita –  entra in contatto con la famiglia del defunto e in base alle informazioni ricevute mette su una tela, che puo’ avere dimensioni diverse, l’idea che si è fatta della persona scomparsa. Una tela, per esempio, che puo’ essere dipinta ispirandosi alla musica preferita dal defunto.

L’integrazione delle ceneri – aggiunge Magali Mansion – si fa in modo rispettoso. Naturalmente viene integrata solo qualche oncia delle ceneri ma il procedimento è sicuro per creare un souvenir unico che allo stesso tempo rappresenta un souvenir di vita. La persona scomparsa “rinasce” attraverso i colori e le forme create dagli artisti, ognuno con la propria sensibilità e con il proprio stile, “rinasce” attraverso l’arte che di sé stessa è una forma di terapia».

Un momento della performance artistica di Jessica Lemieux

Nel corso dell’inaugurazione della Galleria Jessica Lemieux, una delle artiste di “Eternita”, ha creato in esclusiva un’opera d’arte, senza integrazione delle ceneri ovviamente, per illustrare ai presenti il modo di procedere.

«Dipingere una tela di questo genere – conclude Magali Mansion – richiede una sensibilità particolare, permette di lasciare la traccia della vita di qualcuno e permette alle persone che restano di poter vivere le loro emozioni attraverso l’arte».

Per informazioni: 438-831-0505; www.eternita.ca; eternita.arts@hotmail.com

 

 

More Like This