Quebec
14:26pm26 ottobre 2021 | mise à jour le: 26 ottobre 2021 à 14:30pmReading time: 4 minutes

Lavorare per inserirsi nella società

Lavorare per inserirsi nella società
Photo: Foto F. IntravaiaDa sin.: Carmelo Tortolano, presidente di “Friends 4 Cause”, Giovanni Caltagirone, vicepresidente; Alfonso Coscia, responsabile pubbliche relazioni; il deputato Angelo Iacono; Tanya Iacono, studentessa della Galileo; Ghislane Marbouhi, resp. Progetti; Nancy Leopardi, studentessa della Galileo; Gaetano Orsina, tesoriere, Michel Massé, responsabile programmi d’integrazione e stage della Galileo e Mathew Giuffrida, ambasciatore della Fondazione

La collaborazione tra la Scuola Galileo e la Fondazione “Friends 4 Cause”

Il 19 ottobre scorso abbiamo avuto il piacere di visitare il negozio di prodotti alimentari della Fondazione “Friends 4 Cause” (Italiani di Montréal e amici), al 3177 Fleury-est, Montréal-Nord, dove abbiamo trovato degli studenti del Centre d’Éducation des Adultes Galileo intenti a confezionare dei cestini di Natale.

Non è la prima volta che queste due istituzioni collaborano. I profitti della vendita dei cestini di Natale non vanno, infatti, nelle tasche della Fondazione ma servono a finanziare organismi e istituzioni come la suddetta scuola frequentata da adulti con problemi autistici ed handicap fisici o mentali.

«La vendita dei panieri – spiega Michel Massé, responsabile dei programmi di integrazione al lavoro e degli stage presso la Scuola Galileo diretta dalla signora Martina Schiavone – permette al nostro Centro di avere un po’ di soldi in più per far svolgere alcune attività lavorative ai nostri studenti che hanno bisogni particolari. Ed una di queste attività è proprio quella di confezionare dei cestini di Natale presso la sede di “Friends 4 Cause”. I nostri studenti vengono qui per imparare a fare tali panieri. Quello che è importante, per loro, è di sviluppare delle abitudini al lavoro: mettersi in relazioni con gli altri, eseguire dei compiti, rispettare le scadenze, rispettare le altre persone, tutte cose che a noi sembrano “normali” ma che in realtà lo sono meno per delle persone che vivono con degli handicap.

A forza di partecipare a questo tipo di progetti – prosegue – i nostri studenti diventano via via più autonomi, acquistano fiducia in loro stessi e nelle relazioni con gli altri. Ed è proprio grazie a questo tipo di progetti che diventano cittadini a parte intera e non cittadini esclusi dalla società a causa dei loro problemi o handicap. Ormai con “Friends 4 Cause” siamo diventati una famiglia. Comprare un paniere significa non solo aiutare monetariamente degli organismi comunitari, significa aiutare i nostri giovani ad inserirsi nella società. Non posso, dunque, fare altro che ringraziare la Fondazione con in testa il suo presidente Carmelo Tortolano e tutti i loro volontari che lavorano con impegno, passione e dedizione per il raggiungimento di tali obiettivi».

 

Tanya e Nancy

Gli studenti della Galileo si alternano settimanalmente per confezionare i cestini nei locali messi a disposizione dal negozio. In genere sono tre studenti a settimana. Durante il nostro passaggio ne abbiamo incontrati due: Tanya Iacono e Nancy Leopardi.

Nata a Montréal da madre d’origine calabrese e padre d’origine siciliana, Tanya, cugina del deputato federale di Alfred-Pellan Angelo Iacono, frequenta la Galileo da 19 anni: «Trovo questo lavoro molto interessante, ho imparato cose nuove – afferma – e voglio tornarci. Mi trovo molto bene al negozio e mi piace essere in compagnia».

«La Galileo – aggiunge Nancy, nata anche lei a Montréal da madre trentina e padre abruzzese – è uan scuola magnifica, è come una famiglia e io mi ci trovo molto bene. La cosa che mi piace di più fare è proprio lavorare, soprattutto con le mani. Fare i panieri non è difficile, quello che è difficile invece è fare i fiocchi con i nastri decorativi!»

Nancy Leopardi intenta a preparare cestini natalizi

Al negozio, nelle vesti di ambasciatore della Fondazione, era presente anche il giovane umorista e attore Matthew Giuffrida, dalle radici italiane e portoghesi: «Ho sempre voluto fare qualcosa per aiutare i bambini e le persone in difficoltà e quella di Friends 4 Cause mi è sembrata un’ottima causa perché il concetto che portano avanti è quello di aiutare fornendo alle persone in causa una certa “awareness”, una certa “consapevolezza” per poter credere a se stessi in modo da potersi inserire meglio nella società».

 

Angelo Iacono: «Lavorare insieme per cambiare le cose»

«Tanya – spiega il deputato Angelo Iacono – è la figlia di mio cugino. Ha avuto alcune difficoltà nella vita ma è riuscita a superarle grazie alla frequentazione della scuola Galileo. Ho conosciuto “Friends 4 Cause” tramite il suo vicepresidente, Giovanni Caltagirone, che abita nella mia contea. È venuto ad incontrarmi per chiedere se esistessero dei programmi federali di finanziamento utili per la loro “causa” e così è stato.

Il deputato federale di Alfred-Pellan Angelo Iacono in compagnia della cugina Tanya

Grazie a tali programmi – aggiunge il deputato federale – gli studenti della Galileo possono lavorare al negozio ed essere pagati. Dare un’opportunità a queste persone che soffrono di handicap significa dare valore alla loro vita. Quando Tanya prepara un cestino la vedo contenta, come se non avesse problemi. Poter lavorare significa potersi integrare nella società, significa sentirsi utili, ed è proprio questa la possibilità che offre “Friends 4 Cause” ». 

 

Le coordinate

Friends 4 Cause: tel. 514-322-1030.

https://friends4causefoundation.com/

https://www.facebook.com/friends4cause/

Scuola per adulti Galileo: tel.: 514-721-0120

10.921 Av. Gariépy, Montréal-Nord

https://www.gaec.ca/fr/

 

More Like This