Quebec
15:16pm6 febbraio 2018

Un nuovo centro di eccellenza firmato Delmar

Un investimento di 45 milioni di dollari a LaSalle

Da sin.:Lise Zarac, consigliere municipale LaSalle; Robert Beaudry, comitato esecutivo Ville de Montréal; Robert Poeti; Dominique Anglade; Anju Dhillon; Luigi Erriquez; Franco Moro; Hubert Bolduc, pres. dir.gen. Montréal International

Foto f_intravaia

La Delmar, filiale della società italiana F.I.S. – Fabbrica Italiana Sintetici – ha annunciato la scorsa settimana, nel corso di una conferenza stampa, che espanderà le sue attività con la creazione, a LaSalle, di un centro d’eccellenza per la produzione di ingredienti farmaceutici attivi.

Per modernizzare le sue installazioni e aumentare la sua capacità di produzione, la “Delmar Chemicals/Les Produits chimiques Delmar” investirà 45,8 milioni di dollari e creerà 25 nuovi posti di lavoro.

L’annuncio è stato fatto alla presenza dei dirigenti della Delmar, il presidente Franco Moro e il direttore generale Luigi Erriquez, e di diversi rappresentanti del mondo politico provinciale, federale e municipale.

Nel corso della conferenza stampa, Dominique Anglade, vice primo ministro del Québec, ministro dell’Economia, della Scienza e dell’Innovazione, ha sottolineato che «per concretizzare il progetto, la Delmar ha ottenuto un prestito, senza interessi, di 10M$ derivante dal programma “ESSOR”, un programma rivolto ad appoggiare progetti d’investimento realizzati in Québec da imprese quebecchesi o internazionali con la prospettiva di aumentare la competitività, la produttività e la creazione di posti di lavoro. Il progetto della Delmar si iscrive proprio in questa ottica – ha aggiunto – ed è per questo che il Governo del Québec è fiero di appoggiare tale investimento».

Al prestito del Québec si aggiunge – come sottolineato a  loro volta da Anju Dhillon, deputata federale di Dorval-Lachine-LaSalle, e da David Lametti, deputato federale di LaSalle-Émard-Verdun – quello rimborsabile di 1,5M$ del Governo del Canada, attraverso il “Programma di sviluppo economico del Québec”, «un programma – ha aggiunto la deputata – rivolto a fare del Canada un polo mondiale dell’innovazione. Delmar è un esempio concreto di imprese che contribuisce alla vitalità economica della Grande Regione di Montréal».

La Delmar potrà contare, inoltre, sul sostegno di “Montréal International”, del Gruppo CAI Global e della Camera di commercio italiana in Canada.

«Questi nuovi posti di lavoro o questo nuovo centro di eccellenza avrebbero potuto essere creati altrove, magari in Italia, invece – ha aggiunto Robert Poeti, deputato provinciale di Marguerite-Bourgeoys e ministro delegato alle Risorse internazionali nel corso della conferenza stampa – i dirigenti della Delmar hanno deciso di farlo qui, nel Québec e questo merita tutto il nostro sostegno. La creazione del nuovo centro d’eccellenza permetterà a LaSalle di rimanere nell’élite della produzione biofarmaceutica mondiale».

Da parte sua, Luigi Erriquez, direttore generale della Delmar, ha tenuto a ringraziare i due ordini di governo, la “Ville de Montréal” e tutti gli altri partner che hanno contribuito alla messa in opera di questo progetto.

 

Una cifra d’affari di 32M$

«La F.I.S, – ha detto Erriquez – da cui dipende la Delmar, è un’impresa familiare privata italiana, fondata nel 1957 dalla famiglia Ferrari, specializzata nella produzione di ingredienti attivi per il settore farmaceutico, con tre fabbriche di produzione in Italia, con oltre 2000 impiegati. La qualità eccezionale della manodopera che abbiamo trovato nel Québec, e l’impegno dei governi provinciale e federale nei confronti l’innovazione e la ricerca sono stati i fattori che hanno facilitato la nostra decisione di investire a LaSalle. Oggi la Delmar è l’unico produttore farmaceutico di principi attivi nel Québec, con una cifra d’affari, quest’anno, di 32 milioni di $».

 

La prima realtà produttiva fuori dall’Italia

Abbiamo chiesto ai due dirigenti dell’azienda italiana,  cosa ha spinto la Delmar ad investire proprio nel Québec.

Luigi Erriquez e Franco Moro

Foto f_intravaia

«Ci sono anche motivi storici, di rapporto con l’azienda prima che la stessa diventasse parte del nostro gruppo. Poi – ha detto il presidente Franco Moro – dopo i primi contatti, dopo aver apprezzato sia la “disponibilità” della  struttura che la grande competenza del personale, abbiamo immaginato di poter costituire proprio qui a Montréal, una prima “testa di ponte” all’estero. Il Québec, tra l’altro, è molto vicino al mercato nordamericano che per noi è molto importante. Per la F.I.S la fabbrica di LaSalle è la prima realtà produttiva nata fuori dell’Italia. Inoltre, ci ha aiutato molto il supporto della autorità, la capacità di comprensione dei nostri progetti, la velocità nel seguirli. La disponibilità che abbiamo trovato è andata al di là delle nostre previsioni».

Cosa produce realmente la Delmar?

«Nella nostra fabbrica di LaSalle – risponde il direttore generale Luigi Erriquez – produciamo i “principi attivi per la farmacia” ovvero quell’ingrediente, quella molecola che poi, unita ad altri ingredienti, gli “eccipienti”, serve per formare la pillola, la pomata, la soluzione iniettabile; serve, in sostanza, a produrre la medicina che poi viene normalmente venduta nelle farmacie. Noi siamo, quindi, all’inizio del ciclo produttivo di una medicina.

Dal nostro stabilimento – aggiunge Moro – escono dei fustini pieni di polvere; quella polvere serve a formare la pillola o gli altri medicinali, siamo un po’ come i produttori di farina per coloro che fanno il pane!»