È Lino Saputo l'uomo d'affari più ricco del Quebec

Pubblicato il 21 marzo 2017

Lino Saputo

©Foto Archivio Corriere Italiano

La classifica di "Forbes", rivista americana di economia e finanza

Secondo la classifica annuale 2017 stilata da Forbes, l'imprenditore d'origine siciliana Lino Saputo è l'uomo d'affari più ricco del Quebec con 5,6 miliardi di dollari seguito da Alain Bouchard, 68 anni, proprietario di  Alimentation Couche-Tard , con 3,3 miliardi di $ e da Jean Coutu, 89 anni, del Groupe Jean Coutu, con 1,9 G$.

Per quanto riguarda il Canada, al primo posto, con 27,2 miliardi, "siede" David Thomson, proprietario del giornale Globe and Mail, seguito dal magnate dell'alimentazione Galen Weston con 9,5 miliardi e dal petroliere James  con 7,6 milliards $.

Dando un'occhiata invece, alla classifica mondiale, al primo posto "troneggia", per il quarto anno consecutivo, Bill Gates, il cofondatore del gigante dell'informatica Microsoft, con un "gruzzolo" personale stimato a 86 miliardi di dollari. Al secondo posto troviamo l'investitore americano Warren Buffett, con un patrimonio di 75,6 miliardi seguito dallo spagnolo Amancio Ortega, "patron" dell'azienda tessile Inditex e del marchio Zara, con 71,3 miliardi. Da notare che nella classifica dei miliardari, cresciuti del 13% nel 2017 e diventati ormai ben 2043, con un patrimonio totale di  7670 milliardi di dollari, figura anche, al 544mo posto, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump con 3,5 miliardi $ che però ha sempre contestato la valutazione di Forbes del suo patrimonio stimandola non corrispondente al vero valore del marchio "Trump".

 

Chi è Lino Saputo

 

Nato a Montelepre (Palermo) nel 1937, Emanuele (Lino) Saputo è figlio del maestro formaggiaio Giuseppe Saputo e di sua moglie Maria. La famiglia Saputo emigra in Canada nel 1952 e, due anni più tardi, fonda l'azienda che porta il suo stesso nome.

Nel 1963, Mirella Scattolin e Lino Saputo si sposano e mettono al mondo tre figli: Joey, Lino Jr. e Nadia.

Nel 1969, Lino Saputo succede a suo padre ed è nominato presidente del consiglio d'amministrazione e presidente della Società. Saputo diventa il più importante produttore di mozzarella in Canada poi entra nel mercato degli Stati Uniti. Nel 1997, la Società fa la sua prima offerta pubblica di risparmio. Lino è nominato presidente del consiglio d'amministrazione e capo della direzione nel 1998.

La Società realizza in seguito diverse acquisizioni e diventa il più grande trasformatore di latte in Canada e tra i più importanti produttori di formaggio in America del Nord.

Grazie alla sua determinazione e al sostegno della sua famiglia, Lino Saputo riesce a trasformare l'impresa familiare in una società di livello mondiale riuscendo a tenere intatti i valori sui quali è stata fondata.

Nel 2004 suo figlio Lino A. Saputo Jr. accede al posto di presidente e capo della direzione dell'impresa. Lino Saputo continua ad assicurare la presidenza del consiglio d'amministrazione. Inoltre, è presidente di Jolina Capital inc., una società di portafoglio d'investimenti privati familiari. Questa società ha investimenti nei settori dell'alimentazione, dei trasporti, dell'industria forestiera e dell'immobiliare.

Nel 1979 Mirella e Lino creano la loro propria fondazione, per venire in aiuto ai bambini malati e che hanno dei bisogni particolari, alle donne e alle persone anziane. La famiglia Saputo contribuisce ugualmente alla diffusione del calcio nel Quebec, dotando Montreal di uno stadio di calcio professionistico.

Nel maggio del 2011 Lino Saputo è nominato Ufficiale dell'Ordine nazionale del Quebec e nel giugno 2012 diventa membro dell'Ordine del Canada.

Nel novembre 2013, il "Temple de la renommée" dell'impresa canadese nomina Lino Saputo tra i suoi laureati 2014.

Lino e la moglie Mirella sono sempre stati molto implicati nella comunità italiana. Innumerevoli le cause a cui hanno contribuito economicamente, una su tutte la costruzione del Centro Leonardo da Vinci il cui teatro porta proprio il loro nome. 

 

 

 

 

La "Top 10" del Quebec


Lino Saputo, 80 anni, Saputo, 5,6 mld $

Alain Bouchard, 68 anni, Alimentation Couche-Tard , 3,3 mld$

Jean Coutu, 89 anni, Groupe Jean Coutu, 1,9 mld$

Jacques d’Amours, 60 anni, Alimentation Couche-Tard, 1,6 mld $

Marcel Adams, 96 anni, Iberville Developments | 1,5 mld$

Serge Godin, 67 anni, Groupe CGI, 1,5 mld$

Guy Laliberté, 57 anni, Cirque du Soleil, 1,4 mld$

Stephen Jarislowsky, 91 anni, Jarislowsky Fraser, 1,3 mld$

Aldo Bensadoun, 78 anni, Aldo, 1 mld$

Pierre Karl Péladeau, 55 anni, Québecor, 1 mld$