Champions League: Real Madrid-Napoli 3-1

Pubblicato il 16 febbraio 2017

Lorenzo Insigne esulta dopo il suo gol al Real

©ANSA

Insigne illude, poi la rimonta delle "merengue"

Ansa - "Risposta da campioni" è il titolo d'apertura con cui il quotidiano sportivo spagnolo "Marca" celebra la vittoria del Real Madrid, in rimonta sul Napoli, nella gara d'andata degli ottavi di finale di Champions League. Il giornale sottolinea "il gioco e il carattere" mostrati dagli uomini di Zinedine Zidane e parla di "superba reazione" all'iniziale vantaggio siglato da Lorenzo Insigne.

Poi, più che le occasioni fallite dagli azzurri, viene annotato che la gara "poteva finire con una goleada" merengue. "Mezzo biglietto per i quarti" è quindi il più che ottimista "strillo" dell'altra testata sportiva "As" che, in perfetta sintonia con "Marca", parla della rimonta dei madridisti ottenuta grazie a "testa e buon gioco". Solo il commento post-partita di Zidane ("risultato giusto, ma ancora non sufficiente") mitiga un po' l'euforia del giornale.

Sblocca Insigne con un gol capolavoro, poi le reti di Benzema, Kroos e Caseimiro.

"La differenza tra noi e il Real la dice solo il risultato perché abbiamo dimostrato di saper giocare e abbiamo fatto una grande partita". Così Lorenzo Insigne dopo Real Madrid-Napoli, ai microfoni di Premium. "Al di la del risultato - le parole dell'attaccante - abbiamo lottato fino alla fine, peccato per il risultato ma abbiamo il ritorno al San Paolo. Il Real - prosegue - è una grande squadra con 18 fenomeni, noi abbiamo fatto una grande gara, siamo venuti qui con umiltà, e lotteremo fino alla fine".

 

De Laurentiis, al Napoli è mancata la 'cazzimma' - "Questa sera ai ragazzi è mancata la 'cazzimma' napoletana. L'ha avuta solo Insigne, gli altri non esistevano, erano come bloccati di fronte a questi mostri sacri del Real Madrid. La nostra inadeguatezza serale avrebbe potuto permettere al Real di fare 5-0, diciamo che ci è andata di lusso". E' un Aurelio De Laurentiis non troppo soddisfatto del risultato di Real Madrid-Napoli quello che commenta il match. "Quando saremo nella bolgia del San Paolo - aggiunge il presidente - gli altri potranno andare in confusione, quindi credo che niente sia ancora perso. Credo che a Napoli, il 7 marzo, sarà tutta un'altra storia".