In primo piano
22:23pm20 novembre 2020 | mise à jour le: 20 novembre 2020 à 22:23pmReading time: 3 minutes

V Settimana della cucina italiana nel mondo

V Settimana della cucina italiana nel mondo
Photo: AnsaPellegrino Artusi e il suo ricettario

“Saperi e Sapori delle Terre Italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi”

23-29 novembre 2020

Le iniziative della rete italiana in Canada

COMUNICATO STAMPA – CONSOLATO GENERALE D’ITALIA A MONTRÉAL

Montreal, 20 novembre 2020 – Si apre lunedì 23 novembre la V edizione della Settimana della Cucina italiana nel mondo, la rassegna annuale, organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che celebra lo straordinario patrimonio gastronomico italiano e ne promuove le eccellenze in 124 Paesi del mondo, grazie al lavoro di Ambasciate, Consolati, Istituti di Cultura, ICE e Camere di Commercio all’Estero.

L’edizione 2020, intitolata “Saperi e Sapori delle Terre Italiane, a 200 anni dalla nascita di Pellegrino Artusi”, è dedicata al padre della nostra cucina domestica, l’autore della prima trattazione enogastronomica dell’Italia unita: “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”. Con il suo manuale, contenente 790 ricette provenienti da tutta Italia, Artusi è riuscito a valorizzare la ricchezza e la varietà delle tradizioni culinarie del nostro Paese, incarnando in maniera esemplare i principi e i valori della Dieta mediterranea.

In occasione della V Settimana della Cucina italiana nel mondo, l’Ambasciata d’Italia a Ottawa, il Consolato Generale a Montréal e l’ICE di Toronto hanno realizzato quattro video-ricette, tratte dal manuale artusiano, che hanno come protagonisti alcuni fra i nostri prodotti a marchio IGP (indicazione geografica protetta) più riconosciuti e amati: il riso nano vialone veronese IGP, il radicchio rosso di Treviso IGP e il Parmigiano Reggiano DOP per la ricetta del risotto (n. 75); il pecorino toscano DOP e il Parmigiano Reggiano DOP per la minestra di passatelli (n. 20); la mortadella Bologna IGP e la fontina DOP per le polpette (n. 314); la mela Alto Adige IGP e le gocce di aceto balsamico tradizionale di Modena DOP per il Dolce Roma (n. 648). I video saranno disponibili in tutto il Canada consultando il sito web o la pagina facebook o il twitter del Consolato.

L’Istituto italiano di Cultura a Montréal ha organizzato il webinar “La cucina della Nonna. Le origini della tradizione culinaria italiana a Montréal”. Le signore Lucia Coloccia e Giuseppina Petraccone D’Alesio, emigrate in Canada negli anni Sessanta, racconteranno com’è cambiata la loro cucina nel corso degli anni, le difficoltà dei primi tempi di cucinare i piatti tipici senza gli ingredienti e le attrezzature giuste, dell’importanza di tramandare a figli e nipoti le ricette della tradizione in un mondo sempre più globalizzato. Il dibattitto sarà animato da Elena Faita, decana della gastronomia italiana a Montréal e anima della scuola di cucina “Mezza Luna”, e da Laila Tentoni, Presidente di Casa Artusi a Forlimpopoli. Il webinar comincerà alle ore 15.

La promozione della cucina italiana troverà spazio anche all’interno dell’Italian Contemporary Film Festival (ICFF At Home). Il 4 dicembre, in collaborazione con Eataly, si terrà un evento speciale nel corso del quale, oltre ai video artusiani, saranno presentati il documentario “A fish out of water” (interpretato dallo chef stellato Lorenzo Cogo) e il corto “La vera storia del tiramisù”.