In primo piano
16:20pm11 febbraio 2021 | mise à jour le: 11 febbraio 2021 à 16:20pmReading time: 5 minutes

San Valentino, i 5 regali da evitare e i consigli per fare il dono perfetto

San Valentino, i 5 regali da evitare e i consigli per fare il dono perfetto
Photo: AnsaUn mazzo di rose e un biglietto con parole d'amore, tra i regali più classici e graditi a San Valentino

San Valentino e i regali di coppia: un classico di sempre. Con fiori e cioccolatini nel giorno della Festa degli Innamorati, non si sbaglia mai, poi ogni anno si tentano altre strade più originali. Alcuni però sono proprio da evitare. Ecco la top 5 dei regali da evitare.

Trattamenti antirughe e anticellulite

Anche se il partner appare con qualche ruga in più e con linee un po’ più morbide, è bene resistere alla tentazione di regalare sieri e creme anti-age o snellenti (salvo su richiesta). A confermarlo il 20% degli innamorati, che pone questo tipo di trattamenti al primo posto dei regali indesiderati. Meglio, piuttosto, prodotti per la cura della persona che non puntino il dito contro i difetti fisici (quasi 4 italiani su 10 li annoverano tra i regali prediletti), almeno secondo il report realizzato da Klarna per l’occasione della ricorrenza del 14 febbraio.

Pigiami

Tanto comodi e simpatici, ma sono l’equivalente dei calzini regalati dalla prozia a Natale (almeno per il 18% degli intervistati).

Abbonamento per la palestra

Meglio pensare a rimettersi in forma in un altro momento: è questo che sembra pensare il 17% degli italiani, per cui invitare a svolgere esercizio fisico sembra non essere quanto di più adatto a comunicare il proprio amore al partner.

Abbigliamento di coppia coordinato

Ovvero quando il romanticismo viene portato all’estremo: per quasi 2 italiani su 10, non è necessario indossare goffi maglioncini o t-shirt uguali per dimostrare i propri sentimenti. Lo stesso vale per gadget romantici come peluche e oggetti a forma di cuore, ritenuti eccessivi dal 15% dei romantici.

Oggetti per la casa

Alla stregua di creme antirughe o abbonamenti in palestra, il rischio è di comunicare al partner un messaggio sbagliato, invitandolo magari a fare più spesso le pulizie: il partner vuole ricevere attenzioni, non sentirsi una casalinga o un casalingo disperati (14%).

Quando il regalo non è quello che ci si aspetta E cosa fare se, nonostante vademecum e consigli, si sbagliasse comunque regalo? Niente paura, gli italiani si rivelano un popolo sensibile, tanto che più di 8 su 10 tende a non dare a vedere il proprio disagio: di fronte a un dono poco gradito, infatti, oltre la metà sorride facendo finta di nulla (55%), mentre quasi un quinto eccede persino con ringraziamenti e lodi al partner (18%) o qualcuno, un po’ più furbo, pensa immediatamente a come riciclare il regalo senza essere scoperto (10%). La sincerità sembra essere una qualità che appartiene a pochi. Solo il 14% degli italiani, infatti, è abituato a chiede apertamente di poter cambiare un regalo non azzeccato, mentre una piccola minoranza (2%) può arrivare addirittura a offendersi e litigare con il partner.

 

San Valentino si festeggia a ritmo di e-commerce

Quest’anno, a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia e in attesa di potersi godere una cena nel ristorante del cuore o un viaggio romantico verso mete esotiche, gli innamorati del Belpaese prevedono di riscoprire la tradizione dei regali, da acquistare però rigorosamente tramite Internet. La maggioranza (68%), infatti, comprerà online il cadeau per la persona amata. Solo gli over 55enni sembrano prediligere il negozio: quasi la metà di loro (46%), infatti, laddove possibile preferirà acquistare il regalo di San Valentino presso il punto vendita. Per approfittare delle occasioni online senza incorrere in spiacevoli imprevisti, sarà tuttavia necessario prestare attenzione a piccoli accorgimenti, scegliendo e-commerce che offrano standard elevati in termini di pagamento e spedizioni. Ecco invece alcuni consigli da Revolut per identificare il miglior regalo in base alla personalità del partner:

 

Il pragmatico

Preferisce i fatti concreti alla teoria, è una persona dinamica e ama il “fare”. Per lui/lei probabilmente un’esperienza è meglio di un oggetto, come regalo. Può essere un corso per imparare o fare qualcosa insieme o un fine settimana alla scoperta di un nuovo posto, da prenotare ora e realizzare nei prossimi mesi una volta che la maggior parte delle restrizioni sarà rimossa (dita incrociate!).

 

L’amante del piacere

Cerca diversi tipi di piacere e probabilmente ama il buon cibo e bere bene. Visti i tempi attuali è difficile realizzare una vera esperienza gastronomica ma San Valentino è un’occasione che merita uno sforzo in più, allora perché non ordinare qualcosa di speciale per una cena a casa diversa dal solito, magari terminando con un dolce preparato da una pasticceria pluripremiata?

 

Il sensibile

Sente le emozioni in modo intenso, perciò quelle sollecitazioni che stimolano sentimenti positivi possono avere un ottimo impatto su questo tipo di persona. Riguarda più il “come” rispetto al “cosa”, quindi una sorpresa inaspettata è probabilmente la strada da percorrere: un regalo da far trovare sul cuscino con una biglietto dolce e magari qualcosa da far consegnare a casa (o sul posto di lavoro).

 

Il coccolone

Il nome parla da solo: questa persona ama le coccole, di qualsiasi tipo. Durante la settimana di San Valentino dello scorso anno la spesa nei negozi di cosmetici è aumentata di quasi il 40% rispetto alle settimane precedenti e successive, a dimostrazione che i profumi e i prodotti di bellezza in generale, anche se abbastanza “tradizionali”, sono comunque un ottimo modo per rendere felice il partner.

 

L’amante del bello

Ama gli oggetti benfatti, apprezza il buon artigianato, la moda e gli accessori. La scelta giusta come regalo per questa persona può essere qualcosa di bello da indossare e portare sempre con sé, che permetta di ricordare ogni giorno il proprio partner.