In primo piano
18:27pm6 giugno 2017 | mise à jour le: 6 giugno 2017 à 18:27pmReading time: 4 minutes

Venditti a Montreal: emozioni italiane!

La Festa della Repubblica Italiana allo Stadio Saputo

Un momento del concerto di Antonello Venditti allo Stadio Saputo di Montreal

f_intravaia

Lo Stadio Saputo di Montreal ha accolto, domenica scorsa, oltre 5000 persone per festeggiare il 71mo compleanno della Repubblica Italiana. Ospiti d’onore, il sindaco di Bologna Virginio Merola e il cantante Antonello Venditti.

Forse un tale “bagno” di italianità Montreal non l’aveva ancora vissuto. Si è vero, c’è la Settimana Italiana; ci sono tante attività dal “sapore” e dai “colori” italiani ma 5000 persone, tutte insieme a gridare dentro uno stadio, e non per motivi calcistici, “Viva l’Italia”, non si erano mai viste prima. La “regia” di questa splendida giornata è stata del Console Generale d’Italia a Montreal, Marco-Riccardo Rusconi, che ha orchestrato, organizzato e soprattutto convinto tanti sponsor a regalare un evento definito dal sindaco di Montreal, Denis Coderre, «la più grande Festa della Repubblica Italiana fuori dell’Italia».

Lo stadio ha aperto i cancelli alle 17:30 e la gente, dopo un “assaggio” di prodotti italiani, ha preso posto sugli spalti rimpiendo totalmente la tribuna lato via Sherbrooke. Molti erano “armati” di tricolore o di magliette con scritto “Italia” e alcuni, in omaggio alla squadra del cuore di Antonello Venditti, anche di sciarpe della Roma.

Da sin.: Il Console Marco-Riccardo Rusconi; il sindaco di Montreal Denis Coderre; L.on Francesca La MaRCA; il sindaco di Bologna Virginio Merola

f_intravaia

Prima dei discorsi ufficiali spazio all’intrattenimento con un’intervista alla psichiatra Gabriella Gobbi, che insegna all’Università McGill, con l’esibizione di Davide Bazzali, il cuoco-tenore, della soprano Gorgia Fumanti e quella di Marco Calliari.

L’esecuzione degli inni italiano e canadese ha preceduto la parte protocollare. Tanti le personalità presenti allo stadio. Il primo a prendere la parola è stato il Console Rusconi che, dopo aver ricordato le vittime degli attentati terroristici recenti e passati, ha inviato i presenti ad osservare un minuto di silenzio, per poi mettere in risalto il grande contributo dato dai nostri connazionali allo sviluppo di questa città e di questa Provincia, «una città sospesa tra America ed Europa, che quest’anno celebra i suoi 375 anni, ed è per questo – ha detto – che abbiamo voluto festeggiare la Repubblica in un contesto e con uno stile nuovo, in sintonia con le celebrazioni previste per questo evento. Montreal è un’isola e una città che noi sentiamo come nostra. E se me lo permettete – ha aggiunto il Console, non prima di aver ringraziato gli sponsor e in particolare Joey Saputo per aver messo a disposizione lo stadio – tre sono le grandi isole italiane: la Sicilia, la Sardegna e l’isola di Montreal!»

Dopo il saluto dell’On. Francesca La Marca, deputata delle circoscrizione Nord e Centro America è stata la volta del sindaco di Bologna Virginio Merola: «Bologna – ha detto – è una città accogliente in cui vivono tante persone che vengono da ogni parte del mondo: questa è la nostra forza perché la diversità, così come l’essere capaci di stare insieme, sono una ricchezza. La strada giusta – ha continuato – la stessa che ha intrapreso il vostro sindaco Coderre – è quella della solidarietà e della fraternità».

Il pubblico ha applaudito e apprezzato il concerto di Venditti e le altre proposte musicali e di intrattenimento della serata

f_intravaia

Il sindaco di Montreal ha concluso la parte dei discorsi ufficiali rivolgendosi ai presenti anche in italiano: «È un onore  e un piacere – ha detto – poter celebrare con voi la festa della Repubblica Italiana insieme ai 375 anni della nostra città; nella zona di Montreal ci sono 263mila cittadini d’origine italiana; il 22% di tutti gli italo-canadesi, presenti in tutto il Canada, vive qui e la comunità italiana fa parte dell’DNA di questa città. La nostra – ha proseguito è una città inclusiva, che costruisce ponti, non muri. Molti di voi hanno scelto di venire qui perché questa è una terra d’accoglienza e voi siete parte integrante di questa città!»

Al termine dei discorsi spazio al concerto con le emozioni regalate dalla musica di Antonello Venditti che ha fatto vibrare lo stadio Saputo al ritmo dei suoi successi più famosi, un bel regalo per concludere nel migliore dei modi la Festa della Repubblica!