In primo piano
19:03pm26 marzo 2021 | mise à jour le: 26 marzo 2021 à 19:03pmReading time: 3 minutes

“L’Ora della Terra”: un messaggio per clima e natura

“L’Ora della Terra”: un messaggio per clima e natura
Photo: Aise

Aise – Alle 20.30 di ciascun Paese di sabato 27 marzo scatterà “l’Ora della Terra”: l’evento globale del WWF consiste nello spegnere le luci per 60 minuti e riflettere sull’importanza delle nostre scelte per la salvaguardia della natura e la lotta alla crisi climatica.

La nostra salute dipende da quella del Pianeta. Lo sapevamo, ma in questo ultimo anno di pandemia e emergenze ambientali lo abbiamo vissuto sulla nostra pelle. Un Pianeta in salute garantisce tutela alle future generazioni, alle altre specie e contribuisce a combattere il cambiamento climatico, ma la natura non può fare tutto da sola. Oggi più che mai sono fondamentali le scelte di comportamento di ognuno di noi.

Per questo, in tutto il mondo, scatterà l’Earth Hour, annuale appuntamento con il quale il WWF vuole mobilitare tutti: istituzioni, comunità e cittadini, invitandoli a fare un semplice quanto importante gesto: spegnere le luci per un’ora con l’obiettivo di dimostrare un impegno concreto per la salvaguardia del nostro Pianeta.

La biodiversità globale è vittima di un allarmante declino, che viaggia a una velocità senza precedenti: secondo l’ultimo Living Planet Report del WWF, il 75% della superficie terrestre non coperta da ghiaccio è già stata significativamente alterata e la maggior parte degli oceani è sovrasfruttata.

La distruzione e il degrado di foreste, zone umide, praterie, barriere coralline e altri ecosistemi hanno prodotto un calo medio del 68% delle popolazioni di vertebrati in tutto il mondo, a partire dal 1970. La conservazione e il ripristino dei sistemi naturali sono essenziali anche per contrastare il disastro climatico, così come è necessario accelerare le azioni di decarbonizzazione.

Earth Hour è un’occasione per manifestare la nostra vicinanza alla natura e fare qualcosa di buono per il Pianeta e per tutti i suoi abitanti, unendo la nostra voce a quella degli altri milioni di persone in tutti i Paesi del mondo.

L’appuntamento con l’Ora della Terra è arrivato alla 13esima edizione e anche nel 2020, nonostante le gravissime difficoltà derivanti dalle restrizioni adottate da molti Paesi a causa della diffusione della pandemia da Covid-19, sono stati ben 190 i Paesi coinvolti, 2,2 milioni i monumenti, edifici istituzionali e privati che hanno spento le luci, oltre 4,7 miliardi di messaggi diffusi sui social network e sul web attraverso #EarthHour, #connect2earth e gli altri hashtag correlati.

Anche quest’anno saranno innumerevoli le partecipazioni all’iniziativa da parte dei Paesi di tutto il mondo.

A tale proposito l’Arrondissement di Saint-Léonard ha invitato tutti i cittadini, ma tutta la popolazione in generale ed anche le grandi aziende, a spegnere le luci non essenziali dalle 20:30 alle 21:30 di sabato 27 marzo per dare un segnale e sostenere l’iniziativa.