In primo piano
17:43pm15 agosto 2017 | mise à jour le: 15 agosto 2017 à 17:43pmReading time: 2 minutes

Il nome di Alexis Carrel sparisce dai toponimi montrealesi

A R.D.P. un viale ed un parco intitolati a due celebri italiani: Rita Levi-Montalcini e Don Bosco

Il parco Alexis-Carrel che diventerà Parco Don Bosco

Foto TC Media

Montreal cancella il nome Alexis Carrel dalla toponomastica del suo territorio. Questa decisione è stata adottata mercoledì 9 agosto durante la sessione settimanale del Comitato esecutivo. Il sindaco di Montréal aveva già fatto questo annuncio nel mese di aprile 2016, poche settimane dopo il ritiro del nome di Claude Jutra da vari monumenti a Montreal.

Situato nel quartiere di Rivière-des-Prairies, un parco e un viale che avevano il nome di questo scienziato, morto nel 1944, saranno ribattezzati Avenue Rita-Levi-Montalcini e Parco Don Bosco.

Vincitore del premio Nobel per la medicina nel 1912, il controverso Alexis Carrel ha sviluppato, in una delle sue opere, teorie sull’eugenetica, un tema rivendicato dal regime nazista tedesco. La città di Gatineau già aveva cancellato questo nome dalla relativa toponomastica dal 2015.

“Non vogliamo più dare importanza alle persone che hanno cercato di annientare alcune comunità della società”, aveva detto il sindaco di RDP-PAT, Chantal Rouleau, nella primavera 2016. “È chiaro che Alexis Carrel ha un lato oscuro e noi preferiamo non metterlo in luce”.

Il premio Nobel per la medicina Rita Levi Montalcini mentre riceve l’alta onoreficenza nel 1986 dal re Carlo Gustavo di Svezia a Stoccolma, in una foto d’archivio del 10 dicembre 1986

ANSA

Rita Levi-Montalcini (1909-2012), è stata un medico-chirurgo di discendenza ebraica, che ha dovuto lasciare il suo paese durante la seconda guerra mondiale. Oltre ad una infinità di premi, incarichi prestigiosi e riconoscimenti, è stata insignita del Premio Nobel per la medicina nel 1986 per l’identificazione del meccanismo di crescita delle fibre nervose.

Don Bosco (1815-1888) è stato un prete e scrittore italiano che ha dedicato la sua vita ai giovani. Papa Pio IX lo ha beatificato nel 1929 e dichiarato Santo nel 1934.

Questa decisione è stata apprezzata dal Centro di consultazione ebraico ed israelita del Québec (CIJA-Québec). “Siamo lieti di apprendere che questo toponimo, incompatibile con i principi universali di uguaglianza e dignità, sarà presto una cosa del passato”, ha detto, tramite un comunicato Eta Yudin, Vice Presidente dell’organizzazione.

Il cambiamento di nome entrerà in vigore entro sei mesi dalla sua adozione da parte della prossima riunione del Consiglio comunale, prevista per il 21 agosto.

Di Romain Schué

Traduzione di Gian G.Pollifrone