In primo piano
16:06pm30 maggio 2017 | mise à jour le: 30 maggio 2017 à 16:06pmReading time: 3 minutes

Italia-Canada: Trudeau, con Gentiloni incontro molto proficuo

"Aiutarsi l’un l’altro, questo fanno gli amici"

Conferenza stampa Trudeau-Gentiloni

ANSA

Ansa – “L’incontro con Paolo Gentiloni oggi a Roma è stato molto proficuo, e’ stata un’occasione per noi non solo per rafforzare l’alleanza che lega l’Italia e il Canada, ma anche per parlare di come possiamo collaborare per migliorare le vite dei cittadini canadesi e di quelli italiani: lo ha detto il premier canadese Justin Trudeau nel corso di una conferenza stampa con il primo ministro Paolo Gentiloni. “Prima di tutto abbiamo parlato dell’importanza degli scambi commerciali – ha spiegato Trudeau -. Questa occasione di incontro e’ stata un modo per parlare di come creare nuove opportunità, per creare occupazione per la classe media su entrambe le sponde dell’Atlantico in collaborazione chiaramente con i nostri partner italiani”.

“Tra qualche settimana l’accordo Ceta entrerà in vigore e questa e’ un’ottima notizia per gli europei e anche per i canadesi”: ha proseguito il premier canadese.  Si tratta di “un accordo commerciale che ridurrà le barriere commerciali appunto tra il Canada ed i suoi partner europei rendendo più economico l’acquisto di prodotti europei per le famiglie canadesi e creando più opportunità per gli imprenditori per creare un giro d’affari più ampio”, ha spiegato.

 

La conferenza a Montecitorio

“Aiutarsi l’un l’altro, questo fanno gli amici”: ha detto poi il premier canadese Justin Trudeau intervenendo a Montecitorio e parlando sempre dei rapporti Italia-Canada. Trudeau ha ricordato come si tratti di una relazione storica e ha sottolineato come tra i due Paesi ci sia “un’amicizia duratura e speciale”.

Il Primo Ministro canadese  Justin Trudeau ha rivendicato poi il lavoro del proprio governo sul fronte delle pari opportunità e ha detto: “Io sono e resto femminista”. Il premier del Canada ha raccontato dei passi avanti fatti nella rappresentanza di genere ma invita a fare di più, anche nel proprio Paese: “Alla Camera le donne hanno solo un quarto dei seggi, ma le donne rappresentano la metà della nostra popolazione: e allora perché – ha aggiunto –  dovrebbero essere soltanto un quarto della nostra rappresentanza? E’ una cosa inaccettabile come leader politico, come padre e come femminista”.

“Justin Trudeau è uno degli statisti che sulla scena mondiale più hanno saputo riaccendere la speranza in una politica diversa, che può appassionare, ed anche in un cambiamento reale della società. Ha dimostrato che le grandi riforme si possono fare con coraggio e senza perdere consensi”.

Lo ha detto la presidente della Camera Laura Boldrini in occasione della Conferenza del primo Ministro canadese  Justin Trudeau a Montecitorio. “Nessuna delle grandi questioni del nostro tempo – ha proseguito Boldrini – si può affrontare con soluzioni semplicistiche o con interventi concepiti nell’ambito di un solo paese. Così non si risolve nulla, se pensiamo che le grandi sfide possano essere affrontate in solitaria. Abbiamo invece bisogno di realismo e di visione globale, di pragmatismo ma anche di slancio ideale. Vuol dire fare in modo che i giovani possano credere ad una società migliore, ad un mondo migliore. Slancio ideale vuol dire non avere riluttanza all’utopia, a quello che idealmente si può raggiungere”.