In primo piano

La festa di Montreal

 

   Nella bella cornice de “Le Windsor” di Montreal, la stessa dove si è svolta la manifestazione “Echo-Italia” (vedi pagina 6), e alla presenza di numerose autorità e di invitati, si è tenuto, lo scorso 2 giugno il tradizionale ricevimento per la Festa della Repubblica Italiana che quest’anno, come ha tenuto a ricordare il Console generale d’Italia a Montreal, Giulio Picheca, ha assunto un significato tutto particolare perché ha coinciso con le celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. «Tali celebrazioni – ha detto il Console – si sono contraddistinte per una straordinaria partecipazione di cittadini a testimonianza di quanto sia radicato e diffuso l’amore patrio e il sentimento di unità nazionale. Ciò è ancora più vero tra gli italo-canadesi che vivono in Canada e in Quebec in particolare. Avete voluto e saputo – ha sottolineato Picheca – festeggiare un’anniversario così importante e carico di significati con tante manifestazioni come le celebrazioni del 17 marzo scorso alla Casa d’Italia, luogo storico dell’emigrazione italiana a Montreal, recentemente tornato a nuova vita, e con il fitto calendario di eventi del mese di maggio organizzati dal Centro Leonardo da Vinci (esposizione su Leonardo da Vinci, concerto dedicato a Giuseppe Verdi e festa popolare). Desidero ancora una volta ringraziare tutti coloro che si sono impegnati nella realizzazione di queste iniziative e hanno contribuito al loro successo».

   Il Console Picheca ha poi trasmesso ai presenti il saluto del Senatore Basilio Giordano, rimasto a Roma per seguire le manifestazioni in programma: «Il 2 giugno – ha scritto Giordano – è la festa dell’orgoglio italiano fatto di piccole e grandi storie, dentro e fuori i confini nazionali che ci rendono unici. In occasione di questa festa l’Italia vuole essere ancora più vicina agli italiani nel mondo. Dobbiamo incoraggiare i nostri figli ad imparare la lingua italiana e a mantenere viva la cultura dei loro genitori. E non c’è migliore occasione per visitare l’Italia che farlo quest’anno in cui si celebrano i 150 anni dell’unità. È la festa di tutti gli italiani, dal Nord al Sud … L’italianità – ha concluso Giordano –  è dentro ciascuno di voi, la si può vivere intensamente dentro e fuori i confini d’Italia. Ovunque voi siate sappiate di essere figli di una grande nazione e ovunque voi risiedete siate fieri di essere italiani».

   Dopo aver salutato e ringraziato gli organismi e gli istituti che operano nella e con la nostra comunità (CGIE, Comites, Congresso, Fondazione, CIBPA, ecc.), le varie associazioni e tutti gli attori che operano all’interno del “Sistema Italia” (Ice, Istituto italiano di cultura), il Console ha concluso con un ringraziamento particolare alla Camera di commercio italiana in Canada che ha organizzato “Echo-Italia”, un esempio delle fitte relazioni economiche, culturali e commerciali tra Italia, Quebec e Canada.

Infine, il Consolato Generale d’Italia in Montreal ha annunciato di aver insignito, nel corso di una cerimonia tenutasi presso i propri Uffici il 3 giugno, il Sig. Carmine D’Argenio dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, il Sig. Paolo Venerino Tamburello dell’onorificenza  di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana e il Sig. Renzo Orsi dell’onorificenza di Cavaliere dell’ordine della Stella della Solidarietà Italiana.