In primo piano

Il laboratorio dei futuri campioni

Il laboratorio dei futuri campioni
Photo: Foto F. IntravaiaPasqualino ed Evira Gallucci sono nati in Canada. Il padre è originario di Castelforte (Latina) e la famiglia della madre è d’origine napoletana

La palestra KickFitLab di Pasqualino ed Elvira Gallucci

Dal 5 al 7 luglio prossimi si svolgerà, a Martano (Lecce), la quinta edizione del “Torneo Internazionale Grecia Salentina” di taekwondo al quale parteciperanno oltre 1400 atleti provenienti da varie parti del mondo.

Tra di essi vi saranno anche 7 giovanissimi canadesi d’origine italiana che si allenano presso la KickFitLab di Pasqualino ed Elvira Gallucci, a Laval.
La palestra KickFitLab rappresenterà, quindi, il Canada e ad accogliere la squadra, formata da ragazzi e ragazze dagli 11 ai 14 anni, ci saranno diverse autorità tra cui il sindaco di Martano, Fabio Tarantino, e l’organizzatore del torneo, il signor Andrea Chiaritti, il cui «Team Chiaritti» è gemellato proprio con quello di Laval.
Pasqualino, 25 anni, e sua sorella Elvira, 20 anni, entrambi con un brillante percorso di competizioni internazionali e di medaglie nel taekwondo, hanno aperto la palestra 13 mesi fa.

«Due anni fa – spiega Pasqualino il cui sogno è quello di andare un giorno alle Olimpiadi – ho partecipato ad alcuni combattimenti proprio a Martano dove ho conosciuto il signor Chiaritti che mi ha invitato non solo a tornare con la mia squadra per partecipare al torneo ma anche ad aprire delle “classi” di kickfitlab per introdurre gli stessi metodi di allenamento che utilizzo a Laval. Vedremo, tutto si deciderà quando saremo in Italia a luglio.
Intanto – aggiunge – penso a prepare i ragazzi che sono motivatissimi. Si allenano tutti i giorni, dalle due alle quattro ore e non vedono l’ora di fare questa esperienza. Dovranno però fare attenzione, in particolare, a due cose: al caldo, al quale sono poco abituati, e i colpi alla testa perché, diversamente dal Canada, tali colpi in quella competizione sono ammessi. Abbiamo due mesi per prepararci bene e sono sicuro che arriveremo a Martano pronti.
Ho selezionato questi 7 giovanissimi, 5 ragazzi e 2 ragazze, perché vengono ad allenarsi tutti i giorni con grande serietà e per me l’allenamento è la cosa più importante. Puoi essere anche un super campione ma se non ti alleni non andrai lontano».

Condizionamento fisico

«La nostra palestra – continua Pasqualino – però è aperta a tutti. Abbiamo un centinio di persone, quasi tutte d’origine italiana, che la frequentano, dai bambini di tre anni agli atleti di varie discipline, perché oltre al taekwondo facciamo anche fitness, condizionamento fisico e kickboxing.
Ho diversi atleti che vengono qui, dai calciatori ai giocatori di hockey, ognuno ha le sue esigenze specifiche in fatto di allenamento. La nostra, inoltre, è la palestra di riferimento per il programma di ”Sport-études” del Governo del Québec per la città di Laval».
Pasqualino gestisce la palestra insieme alla sorella Elvira che, oltre a curare gli allenamenti, fa anche massaggi agli atleti e non solo in quanto, per le sue mani, sono passati anche personaggi del calibro di Pamela Anderson, in visita al Comiccon di Montréal (convention dedicata al mondo dei fumetti, fantasy e fantascienza, ecc.), il cui manager ha un figlio che si allena proprio alla KickFitLab, e Sergio Castellitto, che alla fine dello scorso anno era a Montréal per girare un film».

E il sogno di andare alle Olimpiadi?

«Un giorno ci andremo – rispondono sicuri Elvira e Pasqualino – se non da atleti, da allenatori. Da quando abbiamo aperto la palestra – aggiungono – non abbiamo più avuto il tempo di allenarci. Siamo sempre occupati ma va bene così, anzi, vogliamo offrire ai ragazzi che si allenano da noi tutte le possibilità per diventare dei veri atleti e poter andare un giorno alle Olimpiadi. Nella nostra palestra c’è tutto ciò di cui hanno bisogno e il nostro più grande desiderio è di offrire loro quelle possibilità che la vita purtroppo non ci ha potuto offrire».

I sette ragazzi che andranno in Puglia

Jesse Cortina

Nato il 22 maggio 2005. Cintura blu. Cadetti M-57 kg. Classe: A
Mamma di Ardore Superiore (Reggio Calabria)
Papa di Ripi (Frosinone)
«Per me il taekwondo non è solo uno sport, è la mia vita»

Danyka Tomassi
Nata il 22 settembre 2007. Cintura verde. Cadetti F-59 kg. Classe A
«La vita è questa. Niente è facile e nulla è impossibile»

Emily Tosi
Nata il 26 settembre 2006. Cintura verde.
Mamma di Napoli e papà abruzzese. Cadetti F-37kg. Classe A
«Non abbandonare fino a quando non è finita»

Antonino Nuccio
Nato il 1 giugno 2007. Cintura verde. Cadetti M-33 kg. Classe A
Mamma e papà d’origine siciliana.
«Potremmo incontrare molte sconfitte, ma non dobbiamo essere sconfitti»

Giordano Aliberti
Nato il 18 maggio 2007. Cintura verde. Cadetti M-37 kg. Classe A
Mamma di Campobasso, papà di Campobasso e Sicilia
«Non puntare solo al successo; fai solo ciò che ami e in cui credi, e il successo verrà naturalmente»

Gianni Aliberti
Nato il 24 febbraio 2005. Cintura gialla. Cadetti M-53kg. Classe A
Mamma di Campobasso e papà di Campobasso e Sicilia.
«Il successo non è definitivo, il fallimento non è fatale: il coraggio di andare avanti è cio che conta»

James Azzuro Franco
Nato il 6 agosto 2006. Cintura verde. Cadetti M-49kg. Classe A.
Mamma: Calabria ed Emilia Romagna, papà calabrese.
«Sei buono come è forte la tua mente»