In primo piano
17:48pm8 gennaio 2020 | mise à jour le: 8 gennaio 2020 à 17:48pm

Egidio Vincelli, Ambasciatore del Molise nel mondo

Egidio Vincelli, Ambasciatore del Molise nel mondo
Photo: Foto Kerem.itLaura Scioli, Vice Prefetto di Isernia consegna ad Egidio Vincelli il riconoscimento, un mappamondo con il logo del Molise al suo interno, opera dello scultore Fernando Izzi, di Torello del Sannio (CB). Accanto a loro si riconoscono Sabrina Lallitto, Sindaca di Casacalenda e Nico Eugenio Romagnolo, consigliere regionale

In occasione della “Giornata dell’emigrazione molisana nel Mondo”, svoltasi il 6 dicembre scorso presso l’Aula magna del Convitto Nazionale “Mario Pagano” di Campobasso, lo scultore Egidio Vincelli, è stato insignito, insieme ad altri tre persone d’origine molisana, del titolo onorifico di “Ambasciatore del Molise nel Mondo”.

La “Giornata”, giunta alla sua quinta edizione, è stata istituita dalla Presidenza del Consiglio regionale del Molise per riflettere sul fenomeno delle migrazioni di uomini, donne, intere famiglie che “hanno portato, lontano dalla loro terra d’origine, le sensibilità, le voci e le speranze dei paesi del Molise, inserendosi in contesti di vita di altre popolazioni d’Italia e del mondo, tra nuove e diverse realtà culturali e sociali. È un evento che vuole rafforzare l’identità regionale dei nostri corregionali che vivono all’estero o fuori dai confini del Molise, affinché quest’ultimi trasmettano alle nuove generazioni valori e tradizioni della nostra terra d’origine”.

Per l’occasione sono state conferite le quattro onorificenze di “Ambasciatori del Molise nel Mondo” ad: Amato Berardi, nato a Longano (Isernia) e residente a Philadelphia, già deputato italiano all’estero e imprenditore di successo negli Usa; Rita Sverdigliozzi, nata a Bojano (Campobasso) e residente a Brindisi, Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Brindisi, sempre in prima linea per difendere i cittadini; Silvana Di Palma, nata a Oratino (Campobasso) e residente a Londra, docente di Patologia all’Università del Surrey, eccellenza mondiale della medicina di precisione contro i tumori ed infine ad Egidio Vincelli, nato a Casacalenda (Campobasso), residente a Montréal, artista di fama internazionale che ha realizzato importanti opere in bronzo ed ha partecipato a diverse esposizioni nel mondo, premiato per la sua attività pittorica e sculturea, promotore di cultura e tradizioni italiane e molisane e presidente dell’Associazione italo-canadese del West- Island. “Personaggi speciali – spiega la Regione – che hanno mostrato di possedere qualità eccezionali e di saper raggiungere traguardi personali brillanti, portando in alto il nome del Molise e dell’Italia nel mondo”.

 

Sorpresa e responsabilità

«Non me lo aspettavo – ha commentato Egidio Vincelli – sono rimasto davvero sorpreso e mi sono commosso per questo riconoscimento che per me costituisce un grande onore. Ci sono state delle persone in Molise che hanno preso il tempo di analizzare e studiare le candidature e questa è già una cosa da apprezzare. È quando mi hanno chiamato sul palco per consegnarmi l’onorificenza che ho realizzato la portata di questo gesto. A Montréal e nel Québec ci sono circa 80.000 persone d’origine molisana ed hanno scelto proprio me, un bel segnale per continuare, con sempre più impegno, sulla strada della promozione delle tradizioni, dell’imprenditoria e della cultura italiana e molisana. Adesso ho anche la responsabilità “morale” di promuovere l’italianità e, in particolare, l’identità molisana, ma questo non mi dispiace perché, anche se ormai sono tanti anni che vivo in Canada, sento che sono rimasto sempre uno di loro, un molisano, un italiano. Alla cerimonia – aggiunge Egidio Vincelli che è emigrato a Montréal nel 1953 all’età di 6 anni – c’erano anche amici e parenti da Casacalenda. Erano molto contenti e orgogliosi per me. Durante il soggiorno sono stato anche al mio paese, ci vado ogni anno, ho incontrato tante persone e tutti mi hanno chiesto se mi sento ancora molisano. Io ho risposto: “Quando mi guardo nello specchio ogni mattina mi riconosco e penso che la mia faccia non può che essere italiana e molisana!”.

Egidio Vincelli e la sindaca di Casacalenda Sabrina Lallitto

 

“Saper fare bene”

«La Giornata dell’emigrazione molisana nel Mondo – ha dichiarato il Presidente del Consiglio Regionale Salvatore Micone – è un’importante occasione per ricollegare il Molise alle rotte significative del “saper fare bene”, nel mondo dell’imprenditoria, dell’istruzione, dell’arte e del cinema, dello sport e delle professioni e per ricordare e proiettare l’immagine positiva della nostra terra, attraverso le eccellenze dei suoi figli, Ambasciatori delle nostre peculiarità, della nostra identità. Un modo anche per rompere con stereotipi e luoghi comuni negativi che troppo spesso vengono associati alla nostra terra».