In primo piano

Da ‘Scusate il ritardo’ a ‘Io amo Gesù’, sacro e profano sulle maglie dei giocatori