Comunità
16:31pm31 gennaio 2017 | mise à jour le: 31 gennaio 2017 à 16:31pmReading time: 3 minutes

A tavola con Sergio Leone e Sofia Loren!

LE PROPOSTE DEL BARCOLA BISTRO TRA GASTRONOMIA E CINEMA

Il 24 e 25
febbraio, dalle ore 18, il Bistro Barcola, al 5607 dell’avenue du Parc, all’angolo
con St-Viateur, proporrà due serate omaggio dedicate al padre degli
“spaghetti-western” Sergio Leone. Le serate omaggio si ripeteranno
anche il 3 e 4 marzo e questa volta saranno dedicate alla grande attrice
napoletana Sophia Loren.

Per Fabrizio Caprioli, triestino,
proprietario del ristorante insieme alla moglie Danielle Robichaud, al quale
sono associati anche Francesca Pala, grande appassionata di cinema, e il cuoco
d’origine napoletana Bruno De Angelis, le “Serate omaggio” costituiscono
un modo per unire la passione per la gastronomia con quella della cultura e
delle tradizioni italiane.

«Sono nel campo
della ristorazione da molti anni», racconta Fabrizio. «A Trieste avevo due
ristoranti. Un giorno il padre di uno dei tre soci del ristorante
“Buonanotte” sul bolevard St-Laurent, d’origine triestina, era in
vacanza e venne a mangiare al mio ristorante. Cominciammo a parlare e poi ad un
certo punto mi disse se volevo venire a lavorare a Montreal. Io, che avevo già
intenzione di chiudere il ristorante per fare altre esperienze dissi: perché
no! Andare in Canada era una delle mie opzione e così è cominciata
“l’avventura!” Ho lavorato come chef al ristorante Buonanotte dal
2004 all’inizio del 2010; dopodiché sono andato a Parigi a fare esperienza in
un ristorante italiano e poi sono tornato di nuovo a Montreal, di nuovo come
chef per il gruppo Buonanotte e nel novembre del 2013, insieme a mia moglie
abbiamo aperto la “Barcola” il cui nome deriva da una frazione di
Trieste.

Le serate a tema

All’inizio –
spiega – ho cercato di proporre dei menù e delle ricette più triestine come la
“Jota” (vedi ricetta) ma poi, piano piano, ho allargato alla cucina
delle varie regioni italiane, anche perché mio padre è napoletano e l’influenza
della cucina napoletana è forte. Così facendo è nata l’idea di fare delle
serate a tema regionale, una volta al mese, il martedì, non di più, per creare
un’abitudine, un appuntamento al quale ora i miei clienti non rinunciano. Da
quelle “regionali” siamo passati a quelle a “tema”, in
questo caso cinematografico. Ne abbiamo già fatta una dedicata a Federico
Fellini e alla sua Romagna ed ora proporremo Sergio Leone e Sofia Loren».

 

Cosa ci sarà nel piatto?

«Intanto ci sarà
un proiettore che farà vedere i film del regista romano e poi un menù ispirato
ai suoi film: spaghetti con polpette, per gli “spaghetti-western”, e
un paio di piatti che i protagonisti del film “C’era una volta in
America” mangiano in un ristorante, un filet mignon Chateaubriand, e una
sorta di stufato di code di rospo.

Per quanto
riguarda la Loren, invece, ci sarà un menù tutto napoletano. I vini saranno
abbinati alle circostanze.

Oltre a queste
serate a tema– aggiunge lo chef triestino – 
abbiamo anche il “pranzo della domenica”, nato dalla
trasformazione del “brunch” classico ad uno più italiano, con i
piatti semplici e classici della nostra gastronomia: ravioli, gnocchi, la
bolognese, le bruschette, la polenta ecc».

Bistro Barcola,
5607 ave. Du Parc, Montréal, tel. 438-384-1112. http://www.barcolabistro.com