Comunità
16:38pm28 luglio 2009 | mise à jour le: 28 luglio 2009 à 16:38pmReading time: 3 minutes

Celebrato al Molo 21 di Halifax il 50° anniversario dell’arrivo degli esuli istriani e dalmati in Canada

Dalla British Columbia nel Pacifico a Saint John’s di Terranova sull’Atlantico una folta rappresentativa di esuli Istriani e Dalmati composta da circa 120 persone si è riunita in Halifax, Nova Scotia, lo scorso 18 luglio, per celebrare 50 anni dal loro arrivo in Canada. È riconosciuto che circa 17 mila esuli arrivarono in Canada tra il 1957 e il 1965. La cerimonia tenutasi sul Molo 21 oggi Museo Nazionale Canadese dell’Emigrazione è stato il luogo ideale per queste celebrazioni; la sua scelta logistica non solo ha riacceso nelle menti dei partecipanti la storica tragedia vissuta, ma ha dato anche l’opportunità a molti di loro di incontrarsi nuovamente in Canada cosa rara a causa delle distanze, come è stato, ad esempio, per il caso commovente dei coniugi Gherbaz di Halifax quando in seguito all’esodo, hanno potuto riabbracciare solo oggi e dopo cinquanta anni un loro primo cugino nel medesimo luogo del loro arrivo in Canada.
Vari Presidenti di club e leghe del Canada erano presenti, tra cui Antonio Perini della Lega Istriana di Chatham, Ontario, Dario Zanini del Club di Ottawa, Roberto Braini del club di Toronto, Genni Galovich del Club di Vancouver, Prof. Konrad Einsenbichler Presidente della Federazione Canadese Giuliano Dalmato, Cristina Perini, Presidente dei Giovani della Federazione Giuliano Dalmate. La rappresentante dei Giuliani nel Mondo Rosanna Giuricin ha portato i saluti da Trieste. Presenti inoltre Rodolfo Meloni, Console d’Italia in Halifax e John Oliver Presidente del Museo Molo 21, Pino Pagnotella e Alessio Gardin in rappresentanza delle locali Associazione Italiana (ICCA) e Fogolar Furlan.
Dopo il benvenuto, il Prof. Eisenbichler ha letto vari messaggi augurali ricevuti dall’Italia e dal Canada tra cui quelli del Governatore del Friuli Venezia Giulia On. Renzo Tondo; Franco Luxardo (liquori) e Ottavio Missoni (stilista), anche loro esuli, hanno inviato a tutti i presenti i loro saluti.
Il console Meloni ha letto poi i saluti inviati dall’Ambasciatore, triestino, S.E. Gabriele Sardo, del Premier della Nova Scotia On. Darrel Dexter e del Sindaco di Halifax Peter Kelly. Tutti hanno voluto sottolineare l’importanza dell’emigrazione Italiana in Canada, ricordando, inoltre, che in Canada una persona su cinque ha connessioni con il Molo 21.
Alla fine dei discorsi ufficiali sono state scoperte due targhe, una da parte della Federazione Giuliano Dalmata e l’altra della Lega Istriana di Chatham, in ricordo e commemorazione dell’arrivo degli esuli in Canada che saranno affisse nel Museo.

Dopo la visita al museo è stato servito un pranzo. La giornata si è conclusa con una una cena di gala. (Estratto del comunicato del Consolato italiano di Halifax).