Attività
15:52pm6 ottobre 2020 | mise à jour le: 6 ottobre 2020 à 15:52pmReading time: 3 minutes

Un tour de force nel bel mezzo di una pandemia

Un tour de force nel bel mezzo di una pandemia
Il presidente dell’edizione speciale dell’Open Santa Cabrini 2020, Charles Argento, il presidente della Fondazione Santa Cabrini, Elio Arcobelli, e un membro del consiglio di amministrazione della Fondazione, Franco Palermo

Raccolti 177 000$ netti per l’ospedale Santa Cabrini

Montréal – Il 2 settembre scorso al Club di golf Saint-Raphaël, Elio Arcobelli, presidente della Fondazione Santa Cabrini, si è unito a Charles Argento, presidente dell’Open di golf Santa Cabrini, per celebrare l’immenso successo dell’edizione speciale di questo evento annuale di raccolta fondi, svelando l’importo netto di 177 000$.

Originariamente previsto per lo scorso luglio, l’Open di golf Santa Cabrini era stato rinviato al 2 settembre a causa della pandemia, particolarmente devastante nei quartieri serviti dall’Ospedale Santa Cabrini. Con quasi un terzo dei casi confermati di coronavirus su tutta l’isola di Montréal, l’estremità orientale della città conta più di 9 800 residenti contagiati. E il bilancio si appesantisce ogni giorno.

Dopo aver considerato l’annullamento dell’evento, Charles Argento ha cambiato idea non appena le misure di mitigazione sono state annunciate dalla sanità pubblica del Québec. «Siamo stati tutti ispirati dagli angeli di Santa Cabrini che non hanno indietreggiato davanti a nessuno sforzo», ricorda il signor Argento. «Questo esempio ci ha dato il coraggio per, a nostra volta, rimetterci al lavoro e assumere il nostro impegno a offrire alle équipe di Santa Cabrini i mezzi e l’ambiente per prodigare le migliori cure e servizi sanitari», prosegue Charles Argento.

Il coraggio dei dipendenti

È in questo contesto che si è svolta l’edizione speciale dell’Open di golf Santa Cabrini, in omaggio al coraggio e alla resistenza dei circa 1 500 dipendenti dell’Ospedale Santa Cabrini e del CHSLD Dante che ogni giorno si espongono ai pericoli del COVID-19 a beneficio di tutta la popolazione. «Grazie a loro, dice Elio Arcobelli, innumerevoli vite sono state salvate».

Già il 31 luglio, meno di 5 settimane prima dell’Open di golf Santa Cabrini, Charles Argento ed Elio Arcobelli si sono messi al lavoro. Con la complicità di Franco Palermo, sono stati mobilitati sponsor e donatori di beni e servizi, e la pianificazione del torneo, tanto complessa per via della pandemia, è avvenuta grazie al prezioso supporto della direzione del Club di golf Saint-Raphaël. L’unica paura che rimaneva era quella di sapere se i partecipanti si sarebbero presentati all’appuntamento.

 Grande generosità

Questa paura si è rapidamente dissipata. I 136 partecipanti dell’Open di golf Santa Cabrini hanno risposto all’appello lanciato dal Sig. Arcobelli e dal Sig. Argento. «Ancora una volta la comunità si è alzata e ha dimostrato la sua generosità nei confronti della Fondazione Santa Cabrini e ha espresso con eloquenza il desiderio di dare a medici, infermieri, ausiliari e operatori socio-sanitari tutte le risorse necessarie per garantire alla popolazione dell’Ospedale Santa Cabrini e del CHSLD Dante la massima qualità delle cure e dei servizi sanitari».

Charles Argento ed Elio Arcobelli hanno ringraziato calorosamente insieme i principali sponsor dell’evento, tra cui la Fondazione Mirella & Lino Saputo, Broccolini, Magnus Poirier, BMO Banque de Montréal e la Banque Nationale du Canada.

Uno speciale omaggio è stato reso a Franco Palermo per il suo instancabile lavoro e il solido contributo al successo dell’edizione 2020 dell’Open di golf Santa Cabrini.

«Vorrei anche ringraziare, ha dichiarato Charles Argento al momento dell’annuncio dei risultati, i nostri donatori, i nostri contributori di beni e servizi e tutti i partecipanti che sono venuti al Club di golf Saint-Raphaël per mostrare il loro immenso sostegno all’instancabile impegno delle équipe di cure dell’ospedale Santa Cabrini e del CHSLD Dante». (Comunicato)