Attività
15:13pm16 febbraio 2021 | mise à jour le: 16 febbraio 2021 à 15:13pmReading time: 6 minutes

Un negozio per alimentare due buone cause!

Un negozio per alimentare due buone cause!
Photo: Foto F. IntravaiaCarmelo e Gaetano nel negozio di Montréal-Nord

Iniziativa della Fondazione Friends 4 Cause

Nel dicembre scorso, i membri della Fondazione “Friends 4 Cause” (Italiani di Montréal e amici) hanno aperto un negozio di generi alimentari al 3177 della via Fleury-est, a Montréal-Nord.

In un momento in cui la pandemia costringe alla chiusura di molte attività, un’iniziativa di questo genere non può certo passare inosservata anche perché, e qui sta la sua ulteriore particolarità, i profitti della vendita dei prodotti non sono destinati alle proprie tasche ma alla Scuola Galileo per adulti autistici (https://www.gaec.ca/fr/ ) ed al Centro per le cure palliative “Le Phare”  (http://www.phare-lighthouse.com/).

«Abbiamo aperto a dicembre – spiega il presidente e fondatore di Friends 4 Cause Carmelo Tortolano  – con l’obiettivo di confezionare i cestini di Natale. La gente veniva al negozio a ritirarli ed allo stesso tempo comprava anche qualche altro prodotto alimentare.

Poiché le vendite sono andate bene e poiché, a causa della pandemia, non abbiamo potuto fare le nostre tradizionali attività di raccolta fondi come il Gala o il bowling, abbiamo pensato che aprire il negozio in maniera parmanente sarebbe stato un buon modo per finanziare le nostre attività caritatevoli. Così abbiamo messo a disposizione dei clienti una buona selezioni di prodotti alimentari soprattutto italiani: pasta, riso, passata di pomodoro, sottaceti, biscotti, sale, pepe, spezie, noci, cioccolato, formaggio, prodotti per l’igiene e altro ancora, ed abbiamo deciso di destinare tutti i profitti della vendita dei prodotti, al netto delle spese, alla Scuola Galileo ed a “Le Phare”.

Una veduta del negozio con i prodotti alimentari italiani

Tutti coloro che lavorano al negozio – precisa Carmelo – sono dei volontari della nostra Fondazione che non percepiscono nessun compenso. Il negozio è aperto il giovedì e il venerdi, dalle 11 alle 17, e il sabato e la domenica, dalle 11 alle 16. Gli altri giorni è aperto solo per appuntamento. Ma si può ordinare anche online».

 

Perché a Montréal-Nord e perché di generi alimentari?

«Perché  – spiega – uno dei nostri membri è proprietario dell’edificio in cui si trova il negozio e l’ha offerto alla Fondazione per un anno senza dover pagare l’affitto. Ci ha dato l’opportunità di far funzionare il negozio riducendo al minimo le spese. La gente per nutrirsi ha sempre e comunque bisogno di comprare dei generi alimentari, settimana dopo settimana, invece una t-shirt o un capo  d’abbigliamento una volta comprato non hai l’esigenza di ricomprarlo pochi giorni dopo. La differenza sta nel fatto che i nostri profitti sono destinati ai due suddetti organismi».

 

Perché avete scelto Galileo e Le Phare?

«La Galileo perché uno dei membri della nostra Fondazione, la signora Letiza Matteo, ha un figlio che va a questa scuola. La conosciamo bene e ci siamo resi conto che fanno un lavoro fantastico con le persone autistiche. Vogliamo che la gente conosca e prenda coscienza dei tanti problemi a cui vanno incontro gli autistici e le loro famiglie. E “Le Phare” perché un giorno ho visto un servizio sulle loro attività e sono rimasto colpito da tutto quello che fanno, offrire cure palliative pediatriche e servizi di varo genere ai bambini malati e alle loro famiglie».

La Friends 4 cause è una Fondazione senza fini di lucro (Charity Foundation) creata nel 2017. «Prima – spiega il presidente – eravamo un’Associazione no profit e ci chiamavamo “Italiani di Montréal e amici”. Poi il governo ci ha riconosciuti come Fondazione caritatevole. Nella registrazione del nome è rimasto tuttavia anche quello di “Italiani di Montréal e amici”. Abbiamo preferito cambiarlo  perché non volevamo che la gente pensasse che vogliamo aiutare solo gli italiani. Noi siamo là per tutti quelli che hanno bisogno di noi!».

Per informazioni ed ordinazioni: https://www.friends4cause.com/

Tel.: 514-322-1030.

 

Gaetano Orsina: «Prendere coscienza e informare»

Gaetano Orsina, ingegnere, nato a Montréal da genitori d’origine siciliana, pur essendo una persona molto occupata, dedica il suo tempo libero alla “causa” della Fondazione Friends 4 Cause di cui è anche tesoriere.

Le sue sono motivazioni profonde in quanto è padre di due bambini, Matteo, 9 anni, ed Alessio, 7 anni, entrambi autistici. «È per questo – afferma Gaetano – che il mio cuore è al 100% con la Fondazione, che ho deciso di aiutare come posso. Sono tanti i bambini e le famiglie che hanno problemi di questo tipo e queste famiglie vivono nell’incertezza. Fino a quando i genitori possono occuparsene va bene, anche se a volte questo non basta, ma cosa succede poi quando questi bambini diventano grandi e i genitori non hanno più le forze per occuparsene?

I miei figli – spiega Gaetano mentre prepara un ordine nel negozio di Montréal-Nord – vanno alla scuola Pierre de Coubertin (EMSB) e frequentano delle classi speciali, Alessio la seconda e Matteo la quarta. Hanno a loro disposizione la maestra e un’assistente, hanno bisogno di essere seguiti passo dopo passo per vestirsi, per mangiare, per le lezioni, per fare i compiti, per tutte quelle cose che non diamo per scontate ma che per loro non lo sono. Si trovano bene ed hanno voglia di andare a scuola. Frequentandola – aggiunge – fanno grandi progressi, stare insieme ai loro amici li aiuta, con loro si aprono, e quando tornano a casa sono contenti della loro giornata. Il loro futuro sarà molto probabilmente quello di andare alla Galileo che accetta i ragazzi autistici dai 16 anni in poi».

 

Un lavoro straordinario e tanta pazienza

«Sia alla PdC che alla Galileo, dove faccio parte del consiglio d’amministrazione, fanno un lavoro eccezionale. Per farlo – continua Gaetano – ci vuole una grande pazienza e loro ce l’hanno al 110%. Vivo tutti questi problemi sulla mia pelle ed è per questo che voglio aiutare la Fondazione, che a sua volta aiuta finanziariamente tali strutture, ad offrire i loro servizi. Ci sono molte famiglie che vivono questi problemi in silenzio, non sanno cosa fare, dove andare, a chi rivolgersi. Spesso i genitori non sanno nemmeno che esistono tali servizi. La Galileo può essere una soluzione. Lì imparano, tra le altre cose, ad essere indipendenti, ad avere una vita sociale.

Quando facciamo qualcosa per questi bambini i risultati sono subito evidenti. I loro progressi ci riempiono di gioia e ci danno la “benzina” per continuare. La Fondazione Friends 4 Cause esiste proprio per questo, per far prendere coscienza, per informare, per aiutare».