Sections

Studiare la diaspora e riscoprire le proprie radici


Pubblicato il 28 agosto 2018

La professoressa Margherita Ganeri e Connie Guzzo-McParland autrice dei libri "The Girls of Piazza d'amore" e "The Women of Saturn"

©Foto Fabrizio Intravaia

Nord America – Università della Calabria

Si chiama "Seminario permanente sulla diaspora italiana" ed è un centro di ricerche fondato nel 2014 dalla professoressa Margherita Ganeri, docente di letteratura italiana contemporanea all'Università della Calabria (UniCal).

«La nostra – ha spiegato la professoressa, di passaggio a Montréal nei giorni scorsi - è la prima ed unica università italiana ad avere avviato un progetto di studio su questa tematica così importante, spesso trascurata dalla cultura ufficiale italiana fino a tempi molto recenti.

Siamo partiti istituendo un corso, in inglese, di            "Cultura e letteratura italo-americana", intendendo per "americana" il Nord America, Canada e Stati Uniti, che ha avuto un successo sorprendente. Ci siamo chiesti il perché di questa popolarità e la risposta l'abbiamo trovata nel fatto che i tre quarti degli studenti sono nati all'estero, nei paesi di emigrazione, essendo figli di famiglie ritornate a vivere in Calabria o nel Sud, senza una buona conoscenza della lingua italiana, soggetti, dunque, della diaspora italiana nel mondo. Basti pensare al fatto che la Calabria ha il primato del massimo spopolamento dovuto all'emigrazione.  Rispetto al numero di residenti è partito, in proporzione, il numero più alto di emigranti nel '900, circa il 40%, di cui, però, un 20% è poi rientrato.

La Calabria oggi – prosegue la docente - ha circa 2 milioni di residenti ma i calabresi all'estero sono 7 milioni. Toronto e Melbourne hanno le più grandi concentrazioni di calabresi all'estero. È impressionante constatare quante persone d'origine calabrese risiedano in Canada. Interi paesi si sono spopolati per cui spesso, si sente dire: "il mio paese è Toronto!".

Partendo proprio da da questa prima esperienza positiva abbiamo cercato, nel 2015, di costruire anche qualcosa che prevedesse un movimento contrario, cioè dall'estero alla Calabria per rivedere e riscoprire i luoghi della diaspora e riconnettere il più possibile le due realtà.

A questo proposito abbiamo organizzato un primo "Workshop" e poi un Seminario di studi, nel giugno scorso, al quale ha partecipato anche la scrittrice montrealese d'origine calabrese Connie Guzzo-McParland (nata a Miglierina, Catanzaro), con lo scopo di rendere il nostro Centro sulla diaspora ancora più grande e interessante.

Da qui è nata l'idea di organizzare, per maggio-giugno del prossimo anno, anche grazie al valido contributo di idee di Connie, un "Community engagement scolarship" ovvero un programma accademico di due settimane collegato ad una conoscenza attiva, del territorio. Vi saranno, dunque, corsi e seminari ma anche gite, degustazioni e visite. Si svolgerà tra la Calabria (zona di Monte Pollino) e la Basilicata (Matera) e sarà aperto a chiunque sia interessato a queste tematiche. Il programma – ha concluso la professoressa Ganeri - sarà ufficializzato verso il mese di ottobre ma posso già dire che, durante questa mia visita a Montréal, ho riscontrato un grande interesse per tale iniziativa».

 

L'Università

L'UniCal si trova a Rende (Cosenza).

È stata fondata nel 1968 sul modello dei campus americani.

È frequentata da 40.000 studenti.

Ogni anno è tra le prima cinque in Italia, la seconda quest'anno.

Info: https://www.facebook.com/ItalianDiasporaStudies/

https://www.facebook.com/CLIAUniCal/

https://www.youtube.com/channel/UCLHgC3fh9ZiqvmZ0-f7ZXJg