Attività
14:45pm21 giugno 2016 | mise à jour le: 21 giugno 2016 à 14:45pmReading time: 3 minutes

Ivano Scattolin raccoglie  201.000$ per una buona causa

Il 15 giugno scorso si è tenuto il tradizionale cocktail a beneficio della Fondazione dell’Ospedale Marie-Clarac presso il buffet Le Rizz a Saint-Léonard. Circa 200 persone erano presenti per sostenere il presidente d’onore 2016, Ivano Scattolin, vicepresidente di “Produits Alimentaires Viau Inc.”.

L’avvenimento ha permesso di raccogliere la bella somma di 201.000$, ovvero191.000$ da parte dei diversi sostenitori e partecipanti, 2000$ grazie alla vendita all’asta, condotta dal signor Scattolin, di una maglietta autografata del capitano dei Canadiens de Montréal Max Pacioretty, acquistata da Lino Saputo, seguito da un dono ulteriore di 8000$ offerto dalla Fondazione Mirella & Lino Saputo.

Per la direttrice generale dell’Ospedale Marie-Clarac, Suor Pierre-Anne Mandato, questa serata è stata un grande successo ed ha ringraziato di cuore il presidente d’onore Ivano Scattolin, i partecipanti all’avvenimento e tutti i generosi sostenitori della Fondazione, tra cui la famiglia Saputo e Giuseppe Borsellino che ha svolto un ruolo importante per la Fondazione nel corso del tempo.

Nel suo discorso in qualità di presidente d’onore dell’avvenimento, il signor Ivano Scattolin, dopo aver ringraziato gli ospiti e le autorità presenti alla serata, ha ricordato di aver accettato tale ruolo senza alcuna esitazione. «Perché – ha detto – sostenere la Fondazione è una causa che mi sta molto a cuore. Non posso, dunque, che ringraziare tutti i presenti perché tutti insieme facciamo la differenza in quanto i profitti della serata saranno versati per migliorare la qualità di vita ed il quotidiano dei pazienti dell’ospedale. Tutto ciò – ha continuato – mi permette, inoltre, di rendere omaggio all’opera delle Suore della Carità di Santa Maria e di salutare tutti gli operatori sanitari  per il loro lavoro a beneficio dei pazienti.

In particolare – ha aggiunto – non posso che sottolineare il coraggio e la determinazione della direttrice dell’ospedale, Suor Pierre-Anne Mandato, per la realizzazione del nuovo padiglione di cure palliative “Oasi di pace”, e riconoscere il ruolo importante che le religiose hanno svolto per la qualità dello sviluppo e per l’umanità messa nelle cure ospedaliere somministrate nel Quebec. Questa unità di cure palliative è stata elaborata per rendere più sereni gli ultimi momenti di vita delle persone malate, e il suo stesso nome, “Oasi di pace”, indica lo stato d’animo che ha contraddistinto i concettori di questo luogo di conforto unico».

Dopo aver sottolineato anche il contributo e la nobiltà d’animo di coloro che sono chiamati giornalmente a somministrare le cure nell’ospedale e di coloro, come i cosiddetti “aiutanti naturali”, che sostengono il “peso” di un familiare malato, Ivano Scattolin ha concluso il suo discorso dicendo: «È grazie al vostro prezioso sostegno che possiamo appoggiare l’ospedale e dare respiro alle famiglie dei malati. Grazie Suor Mandato per il suo spirito umanitario, siamo al suo fianco. E, a nome di tutti gli utenti dell’ospedale che trovano conforto, cure, serenità e dignità, grazie per essere qui stasera!».