Attività

Il cocktail di Natale ed il concerto del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi

Il cocktail di Natale ed il concerto del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi
Da sin.: Tony Loffreda, Pascal Mathieu, Nino Colavecchio, Josie Verrillo, Antonio Sciascia, Enrica Uva, Franco Palermo, Pietro Iannuzzi, Lorenzo Solinas, Pino Asaro, rappresentante del deputato Emmanule Douburg, Francesco Miele, Giuliana Fumagalli

Alla presenza di diverse personalità, tra cui il Console d’Italia a Montréal, Lorenzo Solinas, si è tenuto, il 6 dicembre scorso, al Centro Leonardo da Vinci, il “Cocktail di Natale” del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi (CNIC).

Dopo i saluti e gli auguri di Buone Feste del Console Solinas e del presidente della Fondazione Comunitaria Italo-Canadese Tony Loffreda, il CNIC ha invitato Pascal Mathieu, vicepresidente Québec della Croce Rossa Canadese, a fare il punto della situazione circa la campagna di raccolta fondi pro-terremotati del Centro Italia.

«Grazie ai soldi raccolti dalla vostra comunità – ha detto – grazie alla vostra generosità e tenacia nel convincere il governo federale a raddoppiare i fondi raccolti – ora sarà possibile costruire un Centro comunitario antisismico a Muccia (in provincia di Macerata), paese quasi completamente distrutto dal terromoto dell’estate del 2016, e la residenza universitaria di Camerino (Macerata).

Sono due progetti – ha aggiunto – molto importanti; il primo servirà da punto di aggregazione non solo per gli anziani ma per tutte le comunità locali ed ospiterà, inoltre, il quartier generale d’urgenza per i soccorsi nel caso si verificassero altri gravi eventi sismici, mentre il secondo sarà vitale per i giovani e per lo sviluppo della regione. Andremo, insieme al presidente del CNIC Antonio Sciascia e a quello della FCCI Tony Loffreda sul posto per qualche giorno proprio per incontrare gli amministratori locali, i responsabili dei progetti di ricostruzione e verificare insieme lo stato dei lavori. Ogni volta che in Italia, purtroppo, si è verificato un terremoto o una catastrofe naturale la comunità italiana ha dimostrato tutta la sua forza e la sua solidarietà».

Le richieste del CNIC

«Dopo aver superato tutti gli ostacoli burocratici, speriamo che il Centro polivalente di Muccia – ha detto il presidente del CNIC Antonio Sciascia – sia pronto per l’estate e se il progetto relativo a Camerino vedrà la luce lo si deve – ha precisato – anche alla somma stanziata dal Governo del Canada che ha raddoppiato i fondi, circa 2 milioni, raccolti dalla nostra comunità.

Durante la scorsa Settimana Italiana, la 25ma che ha avuto uno straordinario successo, il CNIC – ha proseguito Sciascia – ha avuto l’opportunità di incontrare il Primo ministro Justin Trudeau al quale sono state rivolta alcune richieste. La prima – ha detto Sciascia – è stata quella relativa alla questione dell’internamento degli italo-canadesi durante la Seconda guerra mondiale. Il CNIC ha chiesto al governo federale le “scuse ufficiali” e una compensazione che servirà ad aprire tre Centri studi a Montréal, Toronto e Vancouver. La risposta è stata positiva e se tutto andrà bene le “scuse” saranno fatte in prmavera.

La seconda richiesta è stata quella di avere al governo, oltre che Filomena Tassi, deputata dell’Alberta, nominata Ministra degli Anziani, anche un rappresentante italo-canadese proveniente dal Québec, così come al Senato. La risposta di Trudeau è stata positiva: «Presentate un candidato – ha detto – perché in esatate ci saranno due nomine».
Il presidente del CNIC, infine, nel formulare i suoi auguri di Buone Feste ha rivolto un appello a tutta la comunità affinché contribuisca alla campagna di finanziamento in favore della Casa d’Italia: «I profitti del Toneo di golf del CNIC, che si terrà il 22 maggio 2019, andranno per questa causa. Una comunità come la nostra – ha concluso – non può permettersi di perdere un luogo così importante come la Casa d’Italia».

Il concerto del Comitato giovani

Il comitato giovani del CNIC mostra fieramente i doni raccolti per il concerto

Per il quinto anno consecutivo, il Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi, in collaborazione con il comitato giovani, ha organizzato, il 6 dicembre scorso, al Teatro Saputo del Centro Leonardo da Vinci, un concerto a beneficio degli organismi “Mission Bon Accueil” e “Fondation Générations” al quale hanno assistito oltre 280 persone. Lo spettacolo si è aperto con un messaggio-video degli organismi e dei bambini. In seguito, spazio alla musica e, in particolare, alle melodie di Natale eseguite dagli artisti e dai talenti emergenti della nostra comunità. Per l’occasione sono stati raccolti numerosi giocattoli e generi alimentari non deperibili che saranno distribuiti ai più bisognosi.