Attività

Calendario e novità della 26ª edizione della Settimana Italiana

Calendario e novità della 26ª edizione della Settimana Italiana
Photo: Foto F. SacerdotiDa sinistra a destra: Gabriella Perrino, Eve Nolet, Josie Verrillo, Olivia Lento, Piell Angel Blanco, Maéva Thibeault, Nancie Giroud

Incontro con la direttrice del CNIC Josie Verrillo

 Francesca Sacerdoti   –  sacerdoti.francesca@gmail.com

In occasione della XXVI edizione della Settimana Italiana di Montréal dal 9 al 18 agosto, abbiamo incontrato la direttrice generale del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi Josie Verrillo che ci ha introdotto da subito nel vivo della nota manifestazione, parlandoci del fitto calendario in programma, delle novità ma anche delle criticità inerenti l’organizzazione di una kermesse così ricca ed articolata. Per questa edizione il festival invita a scoprire la regione Calabria, con tutte le sue ricchezze e le sue tradizioni.

«Cerchiamo sempre di presentare una regione dell’Italia diversa ed allo stesso tempo teniamo in considerazione la presenza delle persone provenienti da quella stessa regione – ci racconta la direttrice -. Iniziamo sempre con gli artisti. In passato abbiamo avuto stilisti, sbandieratori, dipende dalla regione. Per la Calabria abbiamo Peppe Voltarelli, il primo ad essere qui. Ci sarà un chiosco rappresentante della Regione e della comunità calabrese che sarà allestito su Saint Laurent durante i tre giorni nella Piccola Italia dal 16 al 18 agosto. So che stanno lavorando molto e che sono molto impegnati nella realizzazione di materiali per la promozione turistica ed anche del famoso peperoncino. Ci saranno diversi prodotti tipici calabresi, quindi molto da vedere ed anche molto da degustare per scoprire sempre di più la Calabria. So che ci saranno anche degli artisti con delle pitture e sarebbe bello riuscire ad allestire un’esibizione e mostrare anche i diversi costumi della regione».

 

 Quali sono gli eventi principali e le novità per questa edizione?

«Naturalmente il calendario è sempre 10 giorni di attività. Nella Piccola Italia il venerdì sera ci sarà il Grande Spettacolo dove saranno presenti Peppe Voltarelli, e Marco Calliari. Il sabato sera ci sarà la sfilata di moda e la domenica sera l’opera, che quest’anno è Pagliacci. Tra le novità di quest’anno è da sottolineare la nostra presenza anche a Montréal-Nord. Ad esempio, saremo al Park Aimé Léonard dove il pubblico potrà fare delle escursioni in barca gratuite accompagnati da un cantante o da un fisarmonicista». Josie Verrillo continua poi dandoci un’idea più specifica del calendario. «Il 9 agosto saremo alla Casa d’Italia con il cinema e con una novità, il teatro, con “La Dolce Vita en Exil”di Tina Mancini. In questa edizione il cinema sarà anche molto interessante con dei film che presenteremo “en première”. Tra questi ci sarà un documentario intitolato “Montecassino” realizzato da Anthony Sarracco insieme a TLN, che racconta gli ultimi giorni della Seconda Guerra Mondiale. Sarà una grande anteprima presentata sabato alle 19, nel teatro Mirella e Lino Saputo del Centro Leonardo Da Vinci.

Inoltre, ci sarà un altro film in anteprima rivolto anche ai bambini intitolato “La Cucina di Leonardo”. I protagonisti sono Nonna Maria e Davide Bazzali. Successivamente, sarà presentato anche un altro film, alla fine di agosto, che racconta la storia di un signore che torna in Sicilia dopo tanti anni. Il protagonista è Charly Chiarelli, un attore comico, che sarà presente alla Piccola Italia per promuovere il suo film che si intitola “Road to the Lemon Grove”.

Abbiamo anche un altro artista che viene dall’Italia, Pino Gioia, che sarà presente negli spettacoli di NDG, Lasalle e Laval. Daniela Fiorentino, sarà al grande spettacolo a Montréal-Nord, per la chiusura della serata, e poi sarà presente anche nella Piccola Italia e sul grande palco di Mastro San Daniele. Lo spettacolo sarà alle ore 20, seguito da Joe Cacchione e dalla sfilata di moda alle 22.

A chiudere la tre giorni nella Piccola Italia ci sarà l’opera con “Pagliacci diretta dal maestro Gianluca Martinenghi, al suo decimo anno con noi».

Un calendario decisamente ricchissimo e molto interessante, che chiaramente nasconde una grande macchina organizzativa e molte difficoltà. «La grande sfida – ci spiega Josie Verrillo – è quella di dover ricominciare sempre da capo con lo staff. L’altra è naturalmente quella di riuscire a trovare gli sponsor. Poi vogliamo sempre incoraggiare le Associazioni e le Federazioni ad essere presenti.»

 

Per concludere, a chi vanno i suoi ringraziamenti?

«Devo ringraziare i nostri sponsor, i governi di Canada e Québec, il Ministero del Turismo, della Metropoli, la città di Montréal insieme a tutti i quartieri dove siamo presenti e che ci appoggiano tantissimo.

Naturalmente Mastro San Daniele il nostro sponsor principale, la Fondazione Comunitaria, il nostro consiglio di amministrazione con il presidente Antonio Sciascia ed i volontari. Ringrazio inoltre tutti gli altri sponsor quali Ruffino, La Cassa popolare canadese italiana Desjardin, SLF, TD Canada Trust, Air Canada, Vacances Préférence, Bellucci, Caffitaly, Bijouterie Italienne, Groupe Petra, Equipe Sperano Re/Max. Infine tutti coloro che ogni anno ritornano per aiutare la produzione della Settimana Italiana come Salvatore Sciascia per l’opera, Alex Loffredi e tanti altri».