Attività

Settimana Italiana: tanto pubblico per tante proposte di qualità

Settimana Italiana: tanto pubblico per tante proposte di qualità
Photo: F. Intravaia

Nonostante il passaggio di una nuvola dispettosa che ha costretto ad interrompere l’opera “Pagliacci” dopo una decina di minuti, opera che poi è ripresa per la gioia del numerosissimo pubblico presente, la 26ma edizione della Settimana Italiana (SI) può essere archivata come una delle più belle e più frequentate di sempre.

«Abbiamo avuto una temperatura fantastica», afferma Antonio Sciascia, presidente del Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi (CNIC) che ha organizzato questo evento insieme al contributo di numerosi partner.

Antonio Sciascia, presidente CNIC

«L’affluenza è stata eccezionale in tutti i siti dove si sono svolte le varie manifestazioni della SI e quello che mi ha sorpreso di più è stata la grande qualità degli spettacoli particolarmente apprezzati dagli spettatori: da Peppe Voltarelli, bravo e simpatico, a Marco Calliari che ha scatenato il “terremoto” sul palco. Dalla talentuosa Daniela Fiorentino che ha il “phisique du role” di una grande artista, alla sfilata di moda, per finire con l’applauditissima opera “Pagliacci” che ha “sfidato” la pioggia ed ha chiuso in bellezza la SI.

Tony Loffreda

Come CNIC – ha aggiunto il Presidente Sciascia – ci ha fatto particolarmente piacere avere sul palco, prima dell’opera, per salutare il pubblico, il Ministro della Giustizia e Procuratore generale del Canada David Lametti, e il neo senatore Tony Loffreda, due voci in più per la nostra comunità ad Ottawa e un “segno” del fatto che, insieme alle scuse ufficiali (con relativo risarcimento) per l’ingiusto internamento degli italo-canadesi durante la Seconda guerra mondiale, il Governo e il PM Trudeau hanno rispettato le nostre richieste. È importante perché dimostra che, per la prima volta, il Congresso ha una certa influenza a livello politico e che la nostra comunità, pur con i suoi vari organismi, sta andando sempre di più sulla strada dell’unità; è capace di sedersi insieme intorno ad un tavolo e prendere delle decisioni per il bene della comunità italiana».

 

 

Peppe Voltarelli

 

Dalla talentuosa Daniela Fiorentino che ha il “phisique du role” di una grande artista, alla sfilata di moda, per finire con l’applauditissima opera “Pagliacci” che ha “sfidato” la pioggia ed ha chiuso in bellezza la SI.

Marco Calliari
Daniela Fiorentino
Un momento dell’opera “Pagliacci” diretta dal Maestro Gianluca Martinenghi