Attività
14:55pm23 settembre 2015 | mise à jour le: 23 settembre 2015 à 14:55pmReading time: 2 minutes

Una magica “Notte in Bianco” firmata Guzzo!

Anche quest’anno, come ormai da tradizione, Maria e Vincenzo Guzzo hanno tenuto il tradizionale banchetto per beneficenza noto come la ”Notte in Bianco”, nella loro sontuosa residenza in località Terrebonne. Una magnifica serata, quella andata in scena lo scorso 10 settembre, con oltre 350 ospiti estremamente generosi e provenienti dagli strati sociali più influenti della società quebecchese di oggi, ben felici di partecipare a questo importante evento caritatevole. In perfetto stile «hollywoodiano», gli invitati erano tutti rigorosamente vestiti di bianco, trattamento V.I.P. per parcheggio con valet, cocktail-champagne, cena di stile con menu raffinato, orchestra e ballo iniinterrotti fino alla fine.

Per l’occasione, i signori Guzzo trasformano letteralmente la propria residenza in una gigantesca sala da ricevimento minuziosamente arredata con classe. Un 5@7 che si è svolto in una cornice incredibile, in un cortile e una sala da pranzo fiabeschi, sotto un immenso tendone…  Per questa ottava edizione, Maria e Vincenzo Guzzo hanno affidato la prestigiosa presidenza d’onore dell’evento al signor Jacques Ménard, presidente di BMO Gruppo finanziario, Québec.

Per una buona causa

Anche in questo 2015, l’evento ha raccolto un’ottima «cifra tonda» che andrà a profitto dei bambini colpiti da problemi di salute mentale, in particolare attraverso la “Fondation MGR Arthur Deschènes”. Nel corso della serata, praticamente al termine della stessa, la signora Guzzo si è dichiarata molto soddisfatta del risultato finanziario di questa 8ª edizione e, soprattutto, molto felice di sapere che, grazie alla grande generosità degli invitati presenti, i bambini potranno usufruire di un fondamentale sostegno economico negli anni a venire. Va sottolineato come, fino ad oggi, Maria e Vincenzo Guzzo sono riusciti a raccogliere svariati milioni di dollari per differenti organizzazioni che vanno in aiuto di persone bisognose, tra cui la “Chaire de recherche Environnement-Cancer” dell’Université de Montréal, l'”Hôpital général juif” e l'”Hôpital de Montréal pour enfants”.