Arte e spettacolo
16:01pm9 settembre 2020 | mise à jour le: 9 settembre 2020 à 16:01pmReading time: 3 minutes

Alla scoperta dei “segreti” delle foreste italiane

Alla scoperta dei “segreti” delle foreste italiane
Photo: Foto F. IntravaiaOgni tela fa riferimento ad una foresta o bosco italiano, alcuni dei quali sono stati inseriti nell'elenco del patrimonio mondiale dell'Unesco

Esposizione di Giovanni Angeloro alla Casa d’Italia

È in corso in questi giorni, presso la Casa d’Italia, la mostra “Segreti delle foreste e dei boschi italiani”, una serie di 12 dipinti, che l’artista italo-montrealese Giovanni Angeloro ha voluto dedicare alla flora italiana, e alla sua salvaguardia, ispirandosi alle tante bellezze paesaggistiche presenti lungo la nostra penisola.

Quella dei “Segreti delle foreste e dei boschi italiani” è una collezione – spiega l’artista – nata lo scorso anno in occasione delle manifestazioni relative ai 500 anni della morte di Leonardo da Vinci. Il Festival “Orford Musique”, voleva organizzare una serie di attività dal sapore italiano legate a tale importante appuntamento e mi ha contattato chiedendomi se avessi qualcosa di adatto al tema. Io ho risposto che non avevo niente di pronto strettamente legato a Leonardo da Vinci ma che avrei potuto comunque proporre qualcosa più legata, invece, a degli aspetti meno conosciuti del territorio italiano.

Quindi non il “solito” Colosseo o la “solita” Torre di Pisa o Venezia con le gondole ma le foreste, i boschi italiani che sono altrettanti affascinanti di un’opera d’arte.

Quando si pensa all’Italia – continua Angeloro – si pensa subito alle cose più note ma non si pensa che esiste anche una vita vegetale, che l’Italia ha una flora e una fauna che non sono meno interessanti di tante altre cose.

Così mi sono messo all’opera, ho fatto una ricerca e, ispirandomi ad alcuni dei più bei boschi italiani, ho preparato le mie tele astratte, tutte fatte con la tecnica della spatola e della sovrapposizione di colori, per creare una trama fitta, una tessitura, chiamandole, appunto i “Segreti” delle foreste italiane. Il mio intento era quello di dare un altro un altro punto di vista dell’Italia. Le tele rappresentano – aggiunge – la mia personale e particolare visione di quel territorio. In una di queste opere si intravede un profilo di Leonardo da Vinci, il mio personale “clin d’oeil” al grande artista toscano del Rinascimento.

Giovanna Giordano, responsabile delle relazioni pubbliche alla Casa d’Italia, mi ha chiesto, infine, se volevo esporre i “Segreti” anche nei loro spazi e così ho fatto.

L’idea alla base è anche quella di proseguire, con questa e con le mostre successive, un certo discorso artistico invitando le scolaresche a visitare le esposizioni e ad appropriarsi di alcune nozioni legate al mondo dell’arte».

Quindi, chiunque voglia farsi una passeggiata attraverso i colori delle più belle foreste italiane interpretate secondo l’estro artistico di Giovanni Angeloro può contattare la Casa d’Italia al 514-271-2524 o per email all’indirizzo: info@casaditalia.org per concordare un orario di visita della mostra.

Ogni tela fa riferimento ad una foresta o bosco italiano, alcuni dei quali sono stati inseriti nell’elenco del patrimonio mondiale dell’Unesco (Foto F. Intravaia)