Arte e spettacolo
17:26pm3 novembre 2020 | mise à jour le: 3 novembre 2020 à 17:26pmReading time: 4 minutes

Roberta Battaglia, dal Canada agli Stati Uniti con la musica nel cuore

Roberta Battaglia, dal Canada agli Stati Uniti con la musica nel cuore
Photo: Foto cortesiaLa giovane e talentuosa Roberta Battaglia

di Francesca Sacerdoti  –  sacerdoti.francesca@gmail.com

Roberta Battaglia è una giovanissima artista di appena 11 anni dell’Ontario, da poco salita agli onori delle cronache ed entrata nei cuori della gente per via del suo eccezionale talento che l’ha portata alla finale del celebre talent show statunitense America’s Got Talent.

Una italo-canadese a Los Angeles, dunque, che ha letteralmente catturato l’attenzione del pubblico e dei giudici con una serie di performance eccezionali. L’abbiamo contattata al telefono per parlare con lei di questa incredibile esperienza, di come è nata questa passione e dei suoi progetti futuri.

 

L’esperienza ad AGT

La giovane cantante è riuscita ad arrivare in vetta ad uno degli show televisivi più acclamati del genere, raggiungendo le finali e classificandosi poi al quarto posto. Innumerevoli sono stati i commenti dei giudici in merito alle capacità canore di Roberta che è rimasta lei stessa sbalordita dall’esperienza. «No, non mi aspettavo proprio questo successo. È qualcosa di grande e ne sono veramente grata! È un enorme risultato già solo il fatto di aver partecipato ad AGT. Sono veramente molto felice!». Così giovane, eppure così impavida. «Non mi sono mai spaventata. Ogni volta che canto non ho mai paura. Non mi spaventa di salire su un palco e cantare».

 

Gli inizi ed progetti per il futuro

Ma la passione per la musica, e per il canto in particolare, scorre nelle vene della famiglia di Roberta grazie al papà Alessandro, anche lui cantante. «Il mio papà credo abbia iniziato a cantare a livello professionale intorno ai 15 anni, mentre io ho iniziato che avevo 3 anni. Abbiamo ben 5 generazioni alle spalle di musicisti dalla parte di mio papà, quindi praticamente è nel nostro sangue».

Ad ispirare Roberta, oltre al papà ed alla sua famiglia, anche altre influenze provenienti dalla scena musicale contemporanea e non solo: «Ho veramente tanti idoli. Credo ci siano realmente tantissimi grandi cantanti. Amo Lady Gaga, Pink, Aretha Franklin, Whitney Houston e veramente tanti altri! Anche Adele, mi piacciono diversi generi musicali e diversi artisti in generale tutti semplicemente fantastici».

 

 La voce di Giorgia

 Tra le fonti di ispirazione di Roberta rientra decisamente anche l’amore per la musica italiana «Mi piace Giorgia. È una cantante  fantastica. Ci sono anche alcuni artisti italiani che ho conosciuto e che mi piacciono molto, ma l’artista che forse amo di più è proprio Giorgia, mi piace per la sua voce potente».

Anche grazie all’importante sostegno della famiglia, Roberta può pensare concretamente ai suoi progetti futuri «Chiaramente ho tantissimi sogni ma i miei attuali obiettivi sono quelli di andare in tour e vendere album e magari di cantare in grandi arene. Non abbiamo ancora una data d’uscita sicura, potrebbe anche essere più in avanti l’anno prossimo. Adesso è molto complicato a causa del Covid, ma troveremo il modo».

 

Tra vita privata e vita da star

Roberta parla poi dei cambiamenti che questa nuova esperienza le ha portato «Il rapporto con i miei amici è cambiato ma in maniera positiva. Mi sono stati molto vicini nel mio percorso ad AGT ed io li amo ancora di più, e sono poi così tanti. Voglio veramente ringraziarli, il mio affetto per loro è veramente grande! Se non fosse stato per il loro sostegno non avrei potuto percorrere questa strada, quindi li ringrazio dal profondo del mio cuore». «È veramente bello ritrovarsi a casa, il Canada è la mia casa – prosegue la giovanissima italo-canadese – ma mi manca l’America anche perché mi hanno accolta a braccia aperte e vorrei ringraziar tutto lo staff di America Got Talent».

 

Una vita normale

In merito a questi cambiamenti così importanti abbiamo chiesto anche a Gabriella, la mamma di Roberta, come lei e suo marito gestiscono questa importante esperienza. «Cerchiamo di mantenerla il più normale possibile – ha detto – anche per Roberta perché adesso è tornata a scuola. Ogni tanto siamo travolti dalle telefonate e dai messaggi e ci diamo da fare per far partecipare Roberta ai diversi eventi. Cerchiamo veramente di rispondere a tutti, ma cerchiamo anche di mantenere una vita normale, pre-AGT. Qualche volta è difficile ma veramente cerchiamo di mantenere il tutto il più normale possibile».

E riguardo alla cosa più importante per Roberta, Gabriella afferma: «Per entrambi la cosa più importante è vederla felice mentre fa quello che fa. Perché se non ami quello che fai non sarai mai felice nel farlo. Dunque se lei è felice, noi siamo felici e saremo sempre accanto a lei per sostenerla».

 

Per seguire Roberta

 Instagram: robertab.official

Facebook Like: Roberta Battaglia

Twitter: Roberta Battaglia