Arte e spettacolo
14:39pm1 dicembre 2020 | mise à jour le: 1 dicembre 2020 à 14:39pmReading time: 4 minutes

Una comicità targata Montréal

Una comicità targata Montréal
Photo: Foto cortesiaMatthew Giuffrida

Conversazione con Matthew Giuffrida

Francesca Sacerdoti  –  sacerdoti.francesca@gmail.com

Con più di 7000 iscritti al suo canale YouTube, con quasi 30.000 like sulla sua pagina Facebook, e con più di 37.000 followers su Istagram, Matthew Giuffrida, si presenta come uno dei più interessanti attori comico/satirici di Montréal, considerata anche la sua giovane età (appena 24 anni).

Con radici italiane e portoghesi, Matthew “mette in scena” una comicità non scontata, attraverso la creazione di diversi personaggi che con le loro parole mettono in evidenza questioni socio/politiche attraverso una satira fresca e mai volgare.

 

Nascita di una grande passione

Abbiamo voluto conoscere meglio Matthew anche in considerazione del rilevante ruolo odierno delle piattaforme social. «Sono un attore di Montréal ed un creatore di contenuti per i social media». Così ama definirsi prima di raccontare della sua passione e di come la stessa sia nata.

«Ho sempre avuto una passione per la recitazione da quando ero bambino. Alle superiori ho iniziato a girare alcuni video YouTube, ma poi ho interrotto, perché a quel tempo ciò non era visto ancora come una vera professione. Successivamente ho scoperto Gary Vaynerchuk, un uomo d’affari degli Stati Uniti, che incoraggia le persone specialmente adesso nel 2020 e nel periodo che stiamo vivendo, ad utilizzare i social media per qualsiasi tipo di business. Quindi mi sono detto che volevo tornare a recitare, perché questo è ciò che realmente voglio fare, ed inoltre amo far ridere la gente ed i social media mi danno l’opportunità di raggiungere quanto più pubblico possibile. E tre anni fa circa ho deciso di unire le due cose».

Matthew Giuffrida ha origini italiane e portoghesi

 

L’Influenza della famiglia

Come racconta Matthew sicuramente le sue radici hanno influenzato molto le sue scelte e la creazione dei suoi personaggi. «Sicuramente la mia famiglia da parte di mia madre e da quella di mio padre mi hanno influenzato. Non appena ne avevamo modo passavamo del tempo in famiglia, ed era sempre molto divertente. Tutti facevano le loro battute. Quindi ogni volta che ci ritrovavamo assieme per Natale o per altri incontri,  passavamo sempre un buon momento. Questo sicuramente ha stimolato in me la passione. Per quanto riguarda il lato italiano, molti sketch che creo sono basati su avvenimenti del passato, tipo battute folkloristiche. Inoltre, sto lavorando su qualcosa che sarà molto divertente basata su un personaggio portoghese». Matthew infatti crea personaggi unici, specchio della realtà che osserva attorno a lui come i famosi Martin, Sal e Brudder.

 «Martin è un personaggio franco-canadese di Montréal il cui scopo principale è quello di lamentarsi riguardo alla città, alle buche, alle costruzioni. Praticamente è un uomo del popolo. Dunque esprime a parole quello che tutti gli altri pensano.

Brudder, rappresenta un tipo un po’ più dell’East End, Saint-Léonard, R.d.P.. In un certo modo molto innocente. Gli piace seguire le sue origini italiane, anche se è un po’ italiano come me, adora l’Italia ma non parla italiano. Uno dei miei tv show preferiti – prosegue – è “I Soprano” ed io amo Tony Soprano.

Sal rappresenta un po’ il mio modo di comportarmi. Ovviamente lui è differente, ma alcuni dei manierismi sono sicuramente simili. È un po’ il classico italiano del New Jersey».

 

Presente e futuro

Matthew è consapevole e riconoscente del successo che sta ottenendo, anche se inaspettato. «Non esiste nulla che io non ami di questa mia attività. Sono onestamente molto grato!» Parlando con lui, inoltre, viene anche alla luce il ruolo che i social media hanno assunto soprattutto in questo momento. Matthew, infatti, sottolinea due aspetti chiave: la contestuale capacità di adattamento delle persone ad un mondo più “social” ed il potere di evasione che gli stessi rappresentano in questo contesto. Quanto al futuro, Matthew intende proseguire questa avventura. «Voglio sicuramente continuare con la creazione di video. Voglio anche creare un altro show, separato, su YouTube, con altre cose, dei podcast. Voglio cercare il modo migliore per crescere ma sempre mantenendo al centro il vero e l’autenticità».

Quanto ai suggerimenti per chi voglia intraprendere questa carriera “social”, Matthew ha la sua ricetta: passione, consistenza, e divertirsi con quello che si fa!

Per seguire Matthew Giuffrida:

Instagram: @matthew.giuffrida

Facebook + Youtube: Matthew Giuffrida